Salta al contenuto principale

Per ora vince il partito del non voto
Alle 22 affluenza in calo di circa 10 punti

Basilicata

Tempo di lettura: 
6 minuti 18 secondi

 

TITOLO 
hj hjk hj hjk hjk hjk  ghj ghj ghjdk ghdjsk hgjdsk hgdsjk hgsjdk
Per ora vince il non voto
Alle 22 affluenza in calo di circa 10 punti sia nel Potentino che  nel Materano. Alle urne solo il 47 %
di SALVATORE SANTORO
POTENZA - Per il momento vince l’astensionismo. Fosse stato così facile da prevedere un terno al lotto, domani in tantissimi sarebbero un pò più ricchi. Ma sul dato che fotografa una scarsa partecipazione al voto e un maggiore astensionismo rispetto al precedente del 2008 non c’era si può solo dire che tutto come già ampiamente previsto. 
Nemmeno la Basilicata fa eccezione. Nel primo giorno utile per votare (i seggi saranno aperti anche oggi dalle 7 alle 15) l’affluenza ai seggi è stata scarsa.
In Basilicata gli elettori totali sono statii il 47,08 per cento. In forte calo rispetto al 56.55 del 2008. Nei dettagli. In provincia di Potenza ha votato il 46,89 contro il 56,96 di 5 anni fa. A Potenza città è andata meglio con il 52,95 per cento contro il 61,20 per cento. Comunque ha votato circa l’8 per cento in meno. Nel Potentino il record dell’astensione. A Castelluccio Superiore ha votato solo il 12,16 per cento contro il 65,74 dell’ultimo precedente. 
In provincia di Matera alle 22 ha votato il 47,44 per cento a fronte del 55,76 per cento delle elezioni politiche precedenti. Oltre l’8 per cento in meno. Un pò meglio nella sola città dei Sassi  dove sempre alla chiusura dei seggi ha votato il 52,11 contro 56,20. Un 4 per cento in meno. II comune dove si è votato di meno nel Materano è Cirigliano con solo un elettore su 5 che si è recato ai seggi. Nel 2008 il dato alle 22 era del 53 per cento. 
Ovviamente i dati complessivi regionali e provinciali sono parziali. Per capire realmente come sono andate le cose bisogna attendere la chiusura definitiva delle elezioni. 
Di certo non hanno disertato i seggi i candidati e i big della politica lucana. Ieri hanno votato in tanti. Voterà solo oggi a Potenza, invece, il presidente della giunta regionale (e quarto in lista alla Camera per il Pd) Vito De Filippo che ieri è stato nella sua Sant’Arcangelo insieme alla famiglia. Ovviamente non si è disinteressato del voto ma ha preferito seguire le elezioni nella sua storica roccaforte. 
Ha votato nella sua Potenza invece, il senatore a vita Emilio Colombo che giunto direttamente da Roma alle 14 si è recato al seggio a via del Popolo. Ha votato da residente nel capoluogo di regione, ieri mattina anche il candidato Vincenzo Folino che poi però per scaramanzia non ha rinunciato al rito di sempre. E’ tornato infatti nella natale Pietrapertosa per il solito tressette insieme agli amici di sempre che gioca ad ogni elezione che conta. 
Ad ogni modo per quanto riguarda la scarsa affluenza che ha caratterizzato il primo giorno di voto per il rinnovo del parlamento in tutto il Paese, anche in Basilicata il segno meno rispetto al dato del 2008 è stato costante durante tutta la giornata. 
A mezzogiorno aveva votato il 9,71 per cento degli aventi diritto rispetto all’11,53 del 2008. Lo stesso è stato registrato alle 19. Quando in Provincia di Potenza avevano votato 113.656 elettori con una percentuale del 36,24 per cento degli aventi diritto a fronte del 40 per cento di 5 anni fa alla stessa ora. Nella sola città di Potenza gli elettori, sempre alle 19, sono stati il 42,54 per cento a fronte del 47,7 del 2008. Per il dato totale alle 19 in tutta la Basilicata aveva votato il 37,97 per cento degli aventi diritto a fronte del 43,89 del 2008. Insomma se il buogiorno si vede dal mattino anche il dato finale dell’affluenza dovrebbe essere in netto calo. Ma domanii quello che conterà di più sarà il risultato degli eletti e degli sconfitti.
xz«xz«xjfdkljlgjfdkljgdklghjfdhjghfjfhdjk

POTENZA - Per il momento vince l’astensionismo. Fosse stato così facile da prevedere un terno al lotto, domani in tantissimi sarebbero un pò più ricchi. Ma sul dato che fotografa una scarsa partecipazione al voto e un maggiore astensionismo rispetto al precedente del 2008 non c’era si può solo dire che tutto come già ampiamente previsto. Nemmeno la Basilicata fa eccezione.

 Nel primo giorno utile per votare (i seggi saranno aperti anche oggi dalle 7 alle 15) l’affluenza ai seggi è stata scarsa.In Basilicata gli elettori totali sono statii il 47,08 per cento. In forte calo rispetto al 56.55 del 2008. Nei dettagli. In provincia di Potenza ha votato il 46,89 contro il 56,96 di 5 anni fa. A Potenza città è andata meglio con il 52,95 per cento contro il 61,20 per cento. Comunque ha votato circa l’8 per cento in meno. Nel Potentino il record dell’astensione. A Castelluccio Superiore ha votato solo il 12,16 per cento contro il 65,74 dell’ultimo precedente. In provincia di Matera alle 22 ha votato il 47,44 per cento a fronte del 55,76 per cento delle elezioni politiche precedenti. Oltre l’8 per cento in meno. Un pò meglio nella sola città dei Sassi  dove sempre alla chiusura dei seggi ha votato il 52,11 contro 56,20. Un 4 per cento in meno. II comune dove si è votato di meno nel Materano è Cirigliano con solo un elettore su 5 che si è recato ai seggi. 
Nel 2008 il dato alle 22 era del 53 per cento. Ovviamente i dati complessivi regionali e provinciali sono parziali. Per capire realmente come sono andate le cose bisogna attendere la chiusura definitiva delle elezioni. Di certo non hanno disertato i seggi i candidati e i big della politica lucana. Ieri hanno votato in tanti. Voterà solo oggi a Potenza, invece, il presidente della giunta regionale (e quarto in lista alla Camera per il Pd) Vito De Filippo che ieri è stato nella sua Sant’Arcangelo insieme alla famiglia. Ovviamente non si è disinteressato del voto ma ha preferito seguire le elezioni nella sua storica roccaforte. Ha votato nella sua Potenza invece, il senatore a vita Emilio Colombo che giunto direttamente da Roma alle 14 si è recato al seggio a via del Popolo. 
Ha votato da residente nel capoluogo di regione, ieri mattina anche il candidato Vincenzo Folino che poi però per scaramanzia non ha rinunciato al rito di sempre. E’ tornato infatti nella natale Pietrapertosa per il solito tressette insieme agli amici di sempre che gioca ad ogni elezione che conta. 
Ad ogni modo per quanto riguarda la scarsa affluenza che ha caratterizzato il primo giorno di voto per il rinnovo del parlamento in tutto il Paese, anche in Basilicata il segno meno rispetto al dato del 2008 è stato costante durante tutta la giornata. A mezzogiorno aveva votato il 9,71 per cento degli aventi diritto rispetto all’11,53 del 2008. 
Lo stesso è stato registrato alle 19. Quando in Provincia di Potenza avevano votato 113.656 elettori con una percentuale del 36,24 per cento degli aventi diritto a fronte del 40 per cento di 5 anni fa alla stessa ora. Nella sola città di Potenza gli elettori, sempre alle 19, sono stati il 42,54 per cento a fronte del 47,7 del 2008. Per il dato totale alle 19 in tutta la Basilicata aveva votato il 37,97 per cento degli aventi diritto a fronte del 43,89 del 2008. Insomma se il buogiorno si vede dal mattino anche il dato finale dell’affluenza dovrebbe essere in netto calo. Ma domanii quello che conterà di più sarà il risultato degli eletti e degli sconfitti.

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?