Salta al contenuto principale

Crosetto candida Rosa
alla guida della Regione

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 37 secondi

POTENZA - Arriva Guido Crosetto in Basilicata e candida Gianni Rosa per la corsa da governatore dlla Basilicata. Il leader di Fratelli d'Italia (lo è insieme a Giorgia Meloni e Ignazio Larussa) piomba a Potenza e mette i piedi nel piatto in vista delle prossime elezioni regionali: «Noi proveremo a ricompattare tutto il centrodestra perchè in questa Regione sono decenni che governa il centrosinistra. Noi vogliamo dare una possibilità di futuro alla Basilicata. Su 570 mila abitanti ha 115 mila discoccupati non ha molte speranze. Il centrosinistra ha dato o ha provato a dare ma ora tocca a noi. Ma è fondamentale avere voglia di vincere. La differenza sostanziale tra Pdl e Fratelli d'Italia è che noi vogliamo provare a vincere. Non ci accontentiamo di partecipare per eleggere qualche rappresentante ma vogliamo cambiare davvero questa regione».

Dopo le dichiarazioni generali Guido Crosetto esce allo scoperto e lancia il proprio candidato alla presidenza della Regione Basilicata: «Intanto per il rilancio bisogna ripartire da Gianni Rosa che pure rispetto allo scandalo di rimborsopoli che ha colpito la Basilicata ha dimostrato di essere una persona onesta. Una persona pulita. Per questo noi di Fratelli d'Italia siamo disposti a dare alla coalizione di centrodestra Gianni Rosa come campione per sfidare il centrosinistra alle prossime elezioni regionali di novembre. Poi è chiaro che non siamo gli azionisti di maggioranza e non possiamo decidere da soli e nemmeno imporre le nostre decisioni. Ma vorremmo che fossero gli uomini e le donne lucane di centrodestra a decidere chi sia il migliore candidato presidente della Regione per la coalizione. E quindi mi chiedo perchè non organizzare le Primarie di coalizione e vedere se il nostro candidato ha i numeri giusti per meritarsi l'opportunità e l'onore di guidare il centrodestra contro il centrosinistra».

Al suo lato, Gianni Rosa ha subito commentato l'investitura: «Gianni Rosa: «Oggi ci vuole spirito di responsabilità ed è chiaro che il centrodestra deve capire che bisogna affrontare questa questione con responsabilità. Tutti quanti gli alleati devono essere pronti a fare un passo indietro per farne fare alla coalizione dieci in avanti. Questo è quello che mi sento di dire al centrodestra lucano».

Ma subito Crosetto ha rilanciato: «Credo che in ogni regione ci siano persone serie oneste e libere e che hanno dimostrato di valere e che non si sono inventati all'ultimo momento perchè lo stiamo vedendo con i grillini cosa accade se si improvvisa. Gianni Rosa ha queste caratteristiche ed è una persona di centrodestra. Noi attorno a lui stiamo cercando di costruire qualcosa che vada anche al di là di Fratelli d'Italia e che aggreghi più persone. Vorremmo che anche il Pdl dimostrasse voglia di vincere perchè i candidati non si scelgono gli ultimi tre giorni per dare meno fastidio al centrosinistra e cercare di fare gli affari. A noi questo non interessa. Non abbiamo amici a cui far ricevere finziamenti anche se si perdono le elezioni. Non abbiamo fratelli da finanziare attività anche se si perdono le elezioni. Vorremmo invece dare una speranza questa regione e siamo pronti a mettere in campo le persone migliori che abbiamo. E oggi attraversando la Basilicata mi sono accorto che ne abbiamo tante di persone capaci e di valore».

E ancora ha spiegato Crosetto sul tema della scelta dei candidati: «La politica la si deve fare in mezzo alla gente. Stare a Roma e decidere comodamente seduti in poltrona quale "vassallo" far avanzare non è utile ed è finito il tempo per quel tipo di politica».

Sulla suggestione del ritorno di Forza Italia, Crosetto ha spiegato: «A me non piacciono i ritorni. Tutti vorremmo poter tornare di venti anni indietro nelle proprie vite. Il tema però è che la politica non può guardare indietro ma è obbligata sempre a guardare avanti. Tornare a un vecchio simbolo per riprendere i voti credo sia sbagliato e inutile».

Il leader di Fratelli d'Italia ha parlato anche della recente scomparsa del senatore a vita, Emilio Colombo: «Io ho rispetto per tutti coloro che hanno rappresentato qualcosa nella storia. E penso che Colombo nel bene o nel male ha rappresentato qualcosa di importante. Poi Colombo come tutti nella vita ha avuto chiari e scuri nella vita». 

s.santoro@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?