Salta al contenuto principale

Deciso l’ordine sulle schede elettorali
dei listini e dei candidati governatori

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 6 secondi

POTENZA - Tito Di Maggio secondo. Marcello Pittella sesto e i grillini di Piernicola Pedicini al quarto posto. Quinta Maria Murante della Sel. Terzo il comunista Florenzo Doino. Non è il dato di un sondaggio sorprendente. No è solo l’ordine con cui le liste e i simboli appariranno sulla scheda del voto. E’ stato sorteggiato l’ordine dei listini sulle schede elettorali delle elezioni regionali del 17 e 18 novembre. Il sorteggio come consuetudine è stato effettuato (ieri mattina) nel palazzo di Giustizia di Potenza presso l’Ufficio della commissione elettorale regionale.

Sarà una scheda elettorale molto ampia visto che per la prima volta saranno ben 8 i candidati alla presidenza della giunta regionale che si contendono la vittoria. E altrettanti saranno i simboli e i listini che appariranno sulle schede.

La “dea bendata” ha favorito gli outisider. La prima lista che gli elettori lucani troveranno sulla scheda è quella di “Sarà regionali 2013” il cui candidato governatore è Franco Grillo.

Al secondo posto, invece, c’è un big. Si tratta del listino della coalizione di centrodestra “Per la Basilicata” che è guidata dall’aspirante presidente della Regione, Tito Di Maggio.

A scendere, ci sarà il simbolo e il nome della lista di “Partito comunista dei lavoratori” il cui candidato governatore è Florenzo Doino.

Al quarto posto quindi, è stata sorteggiata la lista grillina del “Movimento 5 Stelle” che è capeggiata dal candidato presidente della giunta regionale Piernicola Pedicini.

Un posto più sotto i lucani sulla scheda troveranno il listino  “Basilicata 2.0” che è rappresentata da una delle due sole donne candidate alla carica di presidente della Regione: Maria Murante che è anche segretaria lucana di Sinistra ecologia e libertà.

Al sesto posto c’è il listino della coalizione di centrosinistra “La Basilicata presente” che è capeggiata come è noto dal candidato governatore Marcello Pittella.

Di un posto, scendendo al settimo c’è il simbolo e il nome del listino, “Matera si muove” il cui aspirante presidente della giunta regionale è Doriano Manuello.

Chiuderà la scheda elettorale quindi il listino della Rosa nel pugno che si chiama “Ecologisti laici democratici liberali credenti” il cui candidato alla presidenza della Regione è un’altra donna. Si tratta della radicale Elisabetta Zamparutti già nota in Basilicata per essere stata eletta dai lucani nella lista del Pd alla Camera dei deputati.

sal.san.

s.santoro@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?