Salta al contenuto principale

Il Pd di Matera alza la voce
"Non devono snobbarci"

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 26 secondi

MATERA - C’è anche il Pd di Matera e la sensazione che si stia facendo i conti senza tenerne conto non va giù assolutamente.

Ad alzare la voce ci pensa Cosimo Muscaridola segretario cittadino del Partito Democratico che spiega: «noi a Matera e provincia siamo stati il primo partito, anzi abbiamo un rappresentante che ha preso in percentuale alla popolazione i numeri più alti dell’intera Basilicata, è il primo eletto. Non vogliamo delegare il nostro ruolo a nessun altro ma abbiamo intenzione di svolgerlo fino in fondo».

Gli equilibri politici che la prossima giunta regionale e il presidente Pittella dovranno tenere in considerazione dovranno prestare attenzione anche ai territori ed alle scelte e i numeri espressi dalle urne.

Non solo evidentemente per delle decisioni che riguardano le scelte e gli ingressi in giunta ma proprio sui metodi «che non possono prevedere decisioni prese   senza nessun coinvolgimento di una parte importante di questo partito che rappresenta la provincia di Matera».

Quanto poi a ciò che potrà essere nelle prossime settimane tra interni o esterni in giunta Muscaridola non si sbilancia anche se sostiene la necessità che «ci possa essere un giusto equilibrio tra interni ed esterni in modo da tener presenti tutte le esigenze e comprendere e consentire anche quella presenza al femminile che è necessaria all’interno della giunta.

Poi l’importante è che ci sia una giunta di alto livello politico che riesca ad esprimere quelle che sono le migliori risorse disponibili».

Poi un piccolo accenno a quelle che potrebbero essere alcune delle opzioni soprattutto tra gli esterni da tenere in considerazione. Muscaridola si sbilancia: «credo che ci siano personalità in grado di poter svolgere degnamente la funzione  tra i tre consiglieri materani eletti tra Lista Pittella e Pd. 

Lunedì ci sarà la direzione regionale che servirà a dare indirizzo politico, io sono anche convinto che il voto vada tenuto in considerazione  proprio da un punto di vista degli equilibri territoriali.

Santochirico è un’ipotesi o sarebbe in disaccordo con scelte fatte al momento  delle candidature? «Santochirico è una risorsa del partito che ha dimostrato in passato di essere un buon amministratore e sono convinto che può dare ancora molto a questa regione».

I prossimi giorni chiariranno ancora se ci sono davvero gli equilibri sufficienti per tenere in considerazione nelle sue richieste anche il territorio della provincia di Matera ed il partito Democratico materano o se i processi di cui si parla con forza in queste ore sono stati in realtà già avviati e dunque risultano sostanzialmente non più modificabili.

Le scelte che il presidente della giunta Pittella andrà a compiere dovranno dare chiarimenti anche in questo senso. «Noi vogliamo dire la nostra» ribadisce Muscaridola.

p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?