Salta al contenuto principale

Italiani di Basilicata
sarà un buon anno (se ci crediamo)

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 50 secondi

POTENZA - I nuovi assessori regionali, esterni, forestieri (solo Michele Ottati, delega all’Agricoltura, ha origini lucane) hanno annunciato che cercheranno casa in Basilicata. «Non sarà un impegno a mezzo servizio», hanno fatto sapere anche Aldo Berlinguer (Infrastrutture), Flavia Franconi (Sanità), Raffaele Liberali (Attività Produttive). Con la presentazione dell’esecutivo a poche ore dalla vigilia di Capodanno, il governatore Marcello Pittella ha spiegato perchè, avvalendosi delle sue prerogative e dopo tentativi falliti di discussione in coalizione, ha puntato su questa squadra. «No, non sono nomi fatti da mio fratello Gianni», ha sgomberato il campo pensando alla comune esperienza a Bruxelles per almeno tre quarti dell’esecutivo. E  «no, non sarà un impegno a metà».

Gli assessori vivranno la Basilicata. Ma quando avranno voglia di prendersi un giorno di vacanza per tornare a casa, testeranno una delle emergenze che sono chiamati a risolvere.

Gianni Molinari in un pezzo pungente pubblicato sul blog Basilicatapost.it fa due conti e mette in cifre l’odissea dei collegamenti con l’esterno che ogni lucano conosce. L’avvocato Ernesto Belisario, uno dei massimi esperti di diritto delle tecnologie e di open gov, prova, invece, a spiegare un’idea di rivoluzionare utile a questa regione. Può funzionare se il punto di partenza è l’innovazione. Servono processi partecipativi e un nuovo approccio al rapporto governo/cittadino. Lo sguardo di Candio Tiberi, sindaco di Campomaggiore, è quello dell’amministratore locale, alle prese con i problemi del territorio: la politica si fa lì, giorno per giorno. Ma la convivenza di due modi diversi di vivere il partito tra i democratici non facilita il percorso unitario (nè quello identitario) del Pd.

Nel frattempo, la nomina della giunta “straniera” continua a far notizia anche fuori dalla Basilicata. Su Berlinguer si concentrano le critiche: da Siena, alcuni amministratori locali in quota M5S ne contestano le capacità amministrative, dicedosi stupefatti della scelta del governatore lucano. Ma Pittella a dubbi simili aveva già risposto in conferenza stampa: «Giudicate la squadra per il lavoro che farà». 

sa.lo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?