Salta al contenuto principale

Agenda digitale lucana
Arriva Francesco Sacco

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 23 secondi

DIMISSIONI in arrivo dal ruolo politico, da parte del coordinatore regionale di Scelta Civica, Francesco Sacco. Originario di Potenza, esperto in innovazione, docente della Bocconi di Milano e dell’Università Insubria di Varese, anche editorialista del Sole 24 Ore, sarà il coordinatore dell’Agenda digitale per la Basilicata. Ovvero, quel pacchetto di progetti e strumenti digitali per innovare la Pubblica amministrazione, rendendola maggiormente accessibile e trasparente. Francesco Sacco è stato anche uno dei firmatari dell’appello lanciato sul Corriere della Sera, a favore di un’agenda digitale nazionale. Appello che ha superato quota 20.000 sottoscrittori sul sito (www.agendadigitale.org) e oltre 10.000 aderenti alla pagina Facebook. Sacco fa parte anche dello staff nazionale guidato da Francesco Caio, tra i fondatori di Omnitel e amministratore delegato di Olivetti, assieme a Luca Di Biase e Benedetta Rizzo. I quattro per conto del governo Letta hanno cominciato ad elaborare un rapporto completo sulla normativa, i programmi e le coperture finanziarie di quanto approvato sotto il governo Monti. Uno dei problemi principali è costituito dalla pubblica amministrazione: la digitalizzazione è caratterizzata da banche dati a dir poco ipertrofiche e spesso incapaci di scambiare informazioni in modo efficace.

Altro punto è quello della liberalizzazione completa del wi-fi che, oggi, investe appena il 55% della popolazione, a cui andrebbe aggiunta la previsione di non identificazione dell’utilizzatore. Decreto peraltro già annunciato dal Consiglio dei Ministri. Gli altri punti investiranno poi il domicilio digitale, non tanto per ciò che concerne la carta d’identità unificata, sperimentata in passato, bensì per la creazione di una vera e propria e-mail ufficiale, certificata e collegata al domicilio della persona.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?