Salta al contenuto principale

Avviato l'iter di decadenza per Lacorazza
Il consiglio ne sancisce l'incompatibilità

Basilicata

Tempo di lettura: 
4 minuti 9 secondi

 

Approvata all'unanimità contestazione delle cause di incompatibilità al presidente
È stata approvata all'unanimità, dal Consiglio provinciale di Potenza, nella seduta di oggi, la contestazione delle cause di incompatibilità al presidente della Provincia di Potenza Piero Lacorazza, in seguito alla sua elezione a presidente del Consiglio regionale della Basilicata, ai sensi dell'art 69 del decreto legislativo 267/2000. L'assise ha invitato pertanto il presidente a formulare osservazioni nei 10 giorni successivi alla comunicazione. 
"In questa consiliatura - ha commentato il presidente del Consiglio provinciale di Potenza Palmiro Sacco - abbiamo affrontato un periodo di straordinari cambiamenti e vissuto momenti difficili per la vita amministrativa. Nonostante tutto, grazie ad un grande lavoro di squadra e al notevole impegno profuso dal presidente Lacorazza, dalla Giunta, dall'Ufficio di presidenza e dall'intero Consiglio, l'Ente ha retto bene e ottenuto risultati apprezzabili".
Nel corso dell'assemblea è stata approvata all'unanimità anche la modifica del regolamento per l'applicazione del canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche. 
"Si tratta un provvedimento importante - ha spiegato l'assessore provinciale alla Viabilità Nicola Valluzzi - che impone ordine ed equità sulla disciplina dei canoni per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche di proprietà dell'Ente. In particolare, per gli attraversamenti sulle strade provinciali di elettrodotti, metanodotti e specificatamente dei sottoservizi funzionali alla produzione di energia eolica/fotovoltaica. La modifica più rilevante - fra quelle approvate - introduce una diversa determinazione del calcolo dei canoni annui che dovranno essere versati a favore della Provincia. Un cospicuo incremento di introiti, a fronte delle poche migliaia di euro incassate sinora, che dovrà servire principalmente per fronteggiare l'azione di manutenzione viaria negli ultimi anni gravemente penalizzata dall'azzeramento dei trasferimenti statali". 
Nella delibera del regolamento, su proposta del vicepresidente del Consiglio provinciale Donato Sperduto, è stato inserito un emendamento in base al quale i maggiori introiti saranno utilizzati per la manutenzione delle strade, per l'ultimazione dei provvedimenti di esproprio e per un potenziamento tecnologico ed informatico dell'Ufficio Edilizia e patrimonio dell'Ente.
"Giustizia è stata fatta prevedendo delle tariffe più adeguate - ha commentato il presidente della seconda commissione consiliare Vittorio Prinzi (Idv) - e ponendo più attenzione alle aziende di erogazione di pubblici servizi che occupano il suolo provinciale". Sulla stessa lunghezza d'onda il capogruppo Ivan Vito Santoro (Sel) che ha rimarcato il lavoro di squadra compiuto da maggioranza e opposizione nella predisposizione di un atto così rilevante. 
Approvata con voti unanimi, inoltre, la conclusione del procedimento di sdemanializzazione e alienazione di una porzione di relitto stradale di proprietà provinciale, che si trova nel comune di Vaglio di Basilicata, per una superficie pari a 1.067,59 metri quadrati e per un importo complessivo di 10.294,87 euro. 
È stata approvata all'unanimità anche la modifica dei termini del contratto di comodato d'uso da 30 a 50 anni stipulato con il Comune di Moliterno per l'immobile di proprietà provinciale, già sede dell'Istituto tecnico commerciale e per geometri di Moliterno, parte del quale da destinarsi alla "Fondazione serenità onlus". Particolare apprezzamento sul punto è stato espresso dal consigliere Angela Latorraca (Pd), la quale ha sottolineato "come, dopo tre consiliature, si porta a compimento un progetto ambizioso per la comunità di Moliterno".
Approvata con voto unanime, inoltre, la proposta del Comune di Avigliano di trasferire in proprietà alla Provincia di Potenza l'immobile individuato nell'edificio comunale in viale XVIII agosto, attuale sede dell'Istituto tecnico commerciale "Francesco Saverio Nitti", anziché lo stabile situato in corso Garibaldi. "La nuova individuazione - ha spiegato il vicepresidente della Provincia di Potenza Massimo Macchia - si è resa necessaria a seguito della constatazione che l'immobile di viale XVII agosto, costruito dopo il sisma dell'Ottanta, garantisce migliori condizioni di sicurezza, è meglio collocato in termini di accessibilità ed è vicino alla sala polivalente, recentemente posta in esercizio dal Comune, che può costituire un ideale contenitore per lo svolgimento di assemblee e l'espletamento di attività extracurriculari". 
"Un provvedimento importante per la popolazione scolastica di Avigliano - ha detto Santoro - ottenuto grazie alla discussione proficua avvenuta in commissione e al lavoro degli uffici". 
Infine, sono stati approvati i verbali della sedute consiliari del dicembre 2013. (r.a.)
Sil

È stata approvata all'unanimità, dal consiglio provinciale di Potenza la contestazione delle cause di incompatibilità al presidente della Provincia di Potenza, Piero Lacorazza, in seguito alla sua elezione a presidente del consiglio regionale della Basilicata.

 

Il consiglio provinciale ha chiesto conto a Lacorazza secondo l'iter stabilito per la procedura di decadenza. 

Il presidente dovrà formulare osservazioni nei 10 giorni successivi alla comunicazione. «In questa consiliatura - ha commentato il presidente del consiglio provinciale di Potenza Palmiro Sacco - abbiamo affrontato un periodo di straordinari cambiamenti e vissuto momenti difficili per la vita amministrativa. Nonostante tutto, grazie ad un grande lavoro di squadra e al notevole impegno profuso dal presidente Lacorazza, dalla Giunta, dall'Ufficio di presidenza e dall'intero Consiglio, l'Ente ha retto bene e ottenuto risultati apprezzabili».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?