Salta al contenuto principale

"Discriminati dalla Regione"
La giunta Stella pronta a dimettersi

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 54 secondi

MATERA - «In queste condizioni non si può andare avanti e di fronte ad una delibera che ci vede ancora soccombenti non possiamo che pensare alle dimissioni».

Il presidente della Provincia di Matera Franco Stella non usa mezze misure: «non chiediamo risorse perchè siamo un ente in dissesto, la Provincia ha un suo bilancio sano ed ha anticipato 2,1 milioni di euro di spese che devono essere restituite dalla Regione più una serie di stati di avanzamento a saldo del 2013 per altrei 3,6 milioni di euro.

Abbiamo segnalato sin dal gennaio scorso questa situazione, abbiamo chiesto incontri al presidente della Regione Pittella senza avere nessun tipo di riscontro.

Si tratta di crediti su prestazioni rese dalla Provincia.

Per non parlare», aggiunge dei lavori sostenuti senza alcun aiuto a livello regionale e nazionale per il ponte di Craco».

Stella esclude la sospensione dei servizi ma la presa di posizione di queste ore sottintende il rischio inevitabile che ciò possa accadere. «Io non permetterò che servizi essenziali per i cittadini possano essere interrotti e se non potrò più farvi fronte ed allora non avrà più senso svolgere il mio compito». Non manca anche l’accenno ad una evidente disparità di trattamento che Stella sottolinea: «si tratta dell’ennesima pesante penalizzazione perpetrata a danno della comunità materana, la giunta provinciale della coalizione di centrosinistra della Provincia di Matera annuncia le proprie dimissioni.

Inaccettabile. Così si sono espressi gli amministratori provinciali sul provvedimento in materia di patto di stabilità, in fase di definizione, che vedrebbe il territorio della provincia di Matera danneggiato dalla discriminazione in favore di quello di Potenza».

«La Provincia di Matera  aveva sollecitato la Regione affinché manifestasse la medesima attenzione assicurata, in passato, nei confronti di analoghe richieste da parte di altri enti. Richiesta completamente disattesa.

Se è vero che la delibera regionale relativa alla distribuzione di risorse per alleggerire il patto di stabilità assegna 1 milione e 900 mila euro alla Provincia di Matera e circa 4 milioni di euro a quella di Potenza – hanno commentato gli assessori – a questa giunta non resta che prendere atto dell’ennesima disparità di trattamento attuata nei confronti delle comunità del Materano e dimettersi». Una presa di posizione molto forte che vede concordi le forze di maggioranza all’interno dell’ente provincia ma che non trova contrarie nemmeno le opposizioni tanto che il consigliere di Forza Italia Antonio Stigliano nel segnalare la gravità della situazione ricorda anche che «Come forze responsabili di opposizione in consiglio provinciale abbiamo sempre denunciato in questa consiliatura lo strabismo e la voluta disattenzione della giunta regionale rispetto alle sacrosante istanze del materano».

«Ci auguriamo un cambiamento di atteggiamento della Regione, nel senso di concedere alla Provincia di Matera gli spazi finanziari ripetutamente richiesti in questo ultimi due mesi, ristabilendo così le minime condizioni di corretta rapportazione istituzionale e territoriale.

Se così non dovesse essere, le forze di minoranza in consiglio provinciale, come preannunciato non più tardi di un mese fa, confermano la disponibilità a rassegnare le proprie dimissioni».

Ovviamente la questione legata fortemente ai limiti imposti alla Regione dal Patto di stabilità finisce per riproporre anche la contrapposizione Matera-Potenza tanto che il Movimento Matera si Muove interviene e spiega: «dopo pochi mesi dalle Elezioni Regionali, che il Presidente della Provincia Franco Stella, si dimette con tutta la giunta perché il territorio materano è discriminato a differenza di quello di Potenza.

Forse ora che si avvicinano le comunali, e si avvicina la possibilità di una candidatura a sindaco,  il nostro caro ex Presidente si accorge involontariamente di questa enorme disparità,  che affligge la nostra Regione.

Matera SI Muove ha da sempre fatto della difesa di Matera il suo cavallo di battaglia, e la sua unica battaglia, lo abbiamo fatto quando ci volevano togliere la Provincia, lo abbiamo fatto durante le Elezioni Regionali e lo continueremo a fare.

Il Presidente Franco Stella fino a ieri è stato complice dei misfatti che la Regione Basilicata “offre” alla nostra città, e solo ora, ad un anno dalle elezioni Comunali e dopo la presentazione della Lista di cui lui fa parte, si sveglia da questo suo accondiscendente sonno molto lungo, urlando alla discriminazione del nostro territorio. Matera si Muove chiede che ai cittadini Materani di diffidare da tali personaggi che fino a ieri hanno retto il gioco alla Regione filo-potentina, e solo alle porte delle Elezioni Comunali si svegliano».

p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?