Salta al contenuto principale

Comunali a Bernalda
Barberio avanti senza Forza Italia

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 3 secondi

BERNALDA - Nel “Patto per la Svolta per Bernalda e Metaponto”, sono ancora aperte le trattative per definire le alleanze e la lista, che si presenterà il prossimo maggio per le Amministrative 2014 al Comune di Bernalda. Di per certo le sigle che comporranno la lista, che quasi sicuramente verrà guidata da Vito Barberio, sono Nuovo centrodestra, Fratelli d'Italia-An e Patto per la Svolta, mentre per quanto riguarda Forza Italia non c'è stata nessuna stretta di mano. Quindi, come confermato da Barberio, l'alleanza per ora vede i simboli di Ncd, FdI-An e Patto per la Svolta.

«Del patto di centrodestra -ha detto Barberio- che porta avanti il mio nome come candidato sindaco, ci sono le sigle con le quali abbiamo stretto un'alleanza e che abbiamo già diramato con comunicati alla città; alleanza che non registra l'avvallo di FI che in questo momento è orfana di un coordinatore cittadino. Noi continuiamo a lavorare per mettere su una squadra che sia la giusta alternativa a un ventennio di centrosinistra che non ha portato nulla di costruttivo per la città, e i numeri negativi sono tutti a conferma di questo. Il nostro tavolo resta aperto e in questi giorni ultimi per la presentazione della lista, stiamo definendo le alleanze affinchè -conclude Barberio- la nostra squadra sia perfetta ed all'altezza per la città di Bernalda e Metaponto».

Quindi, Forza Italia non ha aderito alla lista; poi Barberio conferma delle trattative e della quasi definizione della lista che si presenterà alle amministrative di maggio a Bernalda.

Nel programma si legge di un momento importante per la città che ha necessità di certezze. Innanzi tutto il «lavoro, l'agricoltura, lo sport, la cultura, l'industria e il turismo. Elementi importati, da mettere in campo e non solo sulla carta -come ha sottolineato Barberio- per un rilancio effettivo di Bernalda e Metaponto». Nella parte conclusiva del programma si legge: «Votarci, per il semplice fatto che nessuno negli ultimi 30 anni vi ha fatto vivere la cosa pubblica come vogliamo farvela vivere noi. In più, affinchè gli uffici comunali, siano ancor più efficienti studieremo con i responsabili degli stessi un premio legati a parametri. Con la sana competitività cercheremo anche di creare armonia tra il consiglio e i dipendenti comunali. Con spirito di sacrificio e obiettivi condivisi ed ecologici possiamo uscire dal baratro in cui qualcuno o qualcosa ci ha trascinati». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?