Salta al contenuto principale

Informazione, Basilio e Bolognetti contro
Botta e risposta su un servizio del TG3

Basilicata

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 4 secondi

 

POTENZA - Si vota. E con l’apertura delle urne arrivano anche le immancabili polemiche. Ed è subito Basilio contro Bolognetti: «Apprendiamo dal servizio di apertura del TG3 di Basilicata – edizione delle ore 14 del 25 maggio – che il segretario dei radicali lucani, signor Maurizio Bolognetti, avrebbe fatto verbalizzare il suo non voto. Non voto che, precisiamolo, è nella facoltà di tutte e tutti gli aventi diritto». Apre così la polemica il coordinatore provinciale di Potenza di Sinistra ecologia e libertà, Mario Basilicata.

Il dirigente locale del partito di Nichi Vendola quindi aggiunge: «Ciò che ci sorprende e che ci preoccupa non è tanto il maldestro tentativo del personaggio – oramai noto per le sue stravaganze – ad influenzare le elettrici e gli elettori lucani, quanto il fatto che la non notizia sia stata data dalla televisione pubblica, la quale dovrebbe sottostare, a urne ancora aperte, a quel silenzio elettorale che vorrebbe non propagandabile da parte di alcuno l’intenzione di voto, compresa quella del non voto».

Insomma la polemica di Mario Basilio non è direttamente contro il leader lucano dei Radinali, Bolognetti quanto contro la Rai che ne ha dato notizia.

Mario Basilio quindi conclude: «Siamo ancora una volta di fronte ad un uso assolutamente arbitrario e scorretto dei mezzi d'informazione, tanto più quanto volto a favorire spudoratamente – ripetiamolo: seppur maldestramente – una evidente e  ben determinata posizione politico-elettorale».

Ecco la replica di Bolognetti: «Nella Basilicata, vicina più che a Bruxelles a Pyongyang, tocca rispondere ai farisei della Sel. La nostra scelta di non avallare questa ennesima tornata elettorale taroccata non è stata ritenuta meritevole di una qualche riflessione da parte degli esponenti di un partito, che, da farisei quali sono, ora si strappano le vesti per una “pillola” di informazione che ha sommariamente riferito le ragioni di una scelta».

 

Bolognetti richiama i dati del “Centro d’ascolto dell’informazione Radiotelevisiva” «che documentano l’eliminazione di Marco Pannella, dei Radicali e dell’agenda politica radicale. Non una parola da parte di Sel quando ho ripetutamente affermato che  l’unica rottamazione in atto nel nostro Paese è la rottamazione dello Stato di diritto, della legalità costituzionale, del Diritto, dei Diritti Umani e di una democrazia, che in questo settantennio repubblicano si è fatta sempre più “democrazia reale. 

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?