Salta al contenuto principale

Rimborsopoli, revoca dell'obbligo di firma
Castelluccio: "Fine a una sofferenza morale"

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

«Mesi di sofferenza morale inflitti nei confronti miei, della mia famiglia, del partito e dei tanti sostenitori che ancora una volta con il loro consenso hanno voluto assegnarmi un ruolo istituzionale eleggendomi a Consigliere regionale, sono finalmente giunti a termine». 

Così il consigliere regionale di Forza Italia Paolo Castelluccio ha espresso «grande soddisfazione» in merito alla decisione di revoca disposta dal gip Luigi Spina della misura cautelare inflitta nei suoi confronti e per il lavoro svolto dai suoi legali Donatello Cimadomo e Vincenzo Celano.

Castelluccio è tra i consiglieri regionali implicati nell'inchiesta rimborsopoli: è accusato di aver percepito illegittimamente alcuni rimborsi durante l'attività consiliare. 

«Da uomo garantista – prosegue il Consigliere di Forza Italia - ho sempre avuto e ho fiducia nei Giudici e nel loro lavoro. Oggi, ancora più di ieri, ritengo che l’operato della Magistratura porterà alla verità e dimostrerò, spero al più presto, la mia totale estraneità ai fatti contestati».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?