Salta al contenuto principale

Elezioni provinciali, il Pd sbanca tutto
E' giallo per due schede sparite

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 50 secondi

POTENZA - La Provincia di Potenza ha il suo nuovo presidente. Anche se Nicola Valluzzi, nel palazzo di piazza Mario Pagano che ospita l’ente appena trasformato dalla riforma Delrio, proprio nuovo non è. Assessore alla Viabilità nella Giunta Lacorazza, ha preso le redini della presidenza dopo l’elezione di quest’ultimo in Consiglio regionale. Un risultato non proprio a sorpresa, visto che il sindaco di Castelmezzano (paese in cui Valluzzi era stato già primo cittadino per dieci anni) candidato nella lista del Partito democratico era l’unico aspirante presidente. Come unico ostacolo sul suo cammino ora potrebbe esserci solo il ricorso presentato da Cavuoti al Tar dopo il voto amministrativo: se dovesse essere accolto, si potrebbero creare dei problemi anche per la presidenza della Provincia.
Ma per ora Valluzzi si gode il risultato: il 77,40 per cento delle preferenze. Al termine di elezioni che si sono chiuse senza colpi di scena e contestazioni. Fatta eccezione per le schede di due consiglieri comunali di Potenza che al momento dello spoglio non sono state ritrovate all’interno delle urne. I tempi dello spoglio sono stati un pò più lunghi ma solo per le difficoltà legate al sistema di calcolo delle preferenze.
E’ ancora una volta il Partito democratico a fare incetta di voti e consigliere: 51.139 preferenze e ben otto candidati che siederanno tra i banchi del Consiglio.
E’ Giovanni Vita, il più votato in assoluto, seguito da Calabrese, Summa e Latorraca.
Due consiglieri a Centro democratico, che con la lista di centro sinistra ha eletto sia l’assessore uscente Massimo Macchia, che il sindaco di Viggiano, Amedeo Cicala. Un consigliere va all’alleanza Forza Italia - Fratelli d’Italia, insieme come non accadeva da tempo, per eleggere il consigliere di Rionero e dirigente nazionale del partito di Giorgia Meloni, Donato Ramunno. Ce la fa anche il consigliere comunale di Anzi, Daniele Di Ioia Giorgio, eletto nella lista “La Provincia dei comuni”, che ha visto correre insieme Nuovo centro destra, Udc e Ppl. In totale i voti ponderati sono stati 87662, con 168 schede bianche per un valore ponderato di 17.321 voti.

m.labanca@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?