Salta al contenuto principale

Total: Margiotta si difende in aula
Dibattimento chiuso, il pm chiede il minimo della pena

Basilicata

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

POTENZA - E’ ripreso ieri mattina il processo d’appello a carico del senatore Pd Salvatore Margiotta. Con chiusura del dibattimento e l’inizio della discussione, in cui l’accusa ha rinnovato la richiesta di condanna al minimo della pena, e la difesa ha insistito per la conferma dell’assoluzione arrivata in primo grado.
Margiotta è accusato di corruzione per aver accettato la promessa di «200mila euro» da parte di Ferrara in cambio di un suo intervento per propiziare l’affidamento all’Ati capeggiata dall’imprenditore di Policoro dell’appalto da 34 milioni di euro di base d’asta per le opere civili del Centro oli Tempa Rossa, a Corleto Perticara. Un’aggiudicazione che poi sarebbe avvenuta, ed è stata annullata solo in seguito allo scoppio dell’inchiesta.

l.amato@luedi.it

(L'articolo completo sull'edizione cartacea in edicola)

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?