Salta al contenuto principale

Potenza, catastrofe a orologeria
La Corte dei Conti rileva criticità e anomalie sul 2012

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

POTENZA - Nella gestione finanziaria del Comune di Potenza ci sono «profili di criticità strutturale» tali da costringere la Corte dei Conti a chiedere correttivi importanti.
L’analisi - durissima - dei giudici contabili della Sezione di Controllo di Basilicata ha preso di mira il bilancio 2012. Il risultato dell’istruttoria è una relazione di 66 pagine in cui la magistratura contabile propone alcune contromisure da mettere in piedi entro il 21 gennaio. Una tempistica che molto probabilmente si scontrerà con una gestione non ordinaria del Municipio, per cui oggi è attesa la dichiarazione di dissesto in consiglio comunale. In quel caso, a gennaio prossimo, a tenere le fila dei conti municipali ci potrebbe essere una commissione liquidatrice.
A leggere la relazione sono diverse le cose che non tornano e che, sommate una ad una, hanno creato lo squilibrio.
La voce più critica è quella che riguarda la gestione dei residui, ovvero le risorse disponibili da un anno all’altro. Troppo spesso il Comune ha inserito come “credito” voci già riscosse o che non avevano più ragione di essere considerate attive.

(L'articolo completo sull'edizione cartacea in edicola)

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?