Salta al contenuto principale

Potenza dopo il default
Alla ricerca di una città normale

Basilicata

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

IL titolo dell’iniziativa si porta dietro l’obiettivo, che un po’ è aspettativa, un po’ è speranza. «Politica, architettura, urbanistica e psicologia sociale per una città normale». Il punto di partenza è l’analisi del disagio sociale che abita in città. Se ne parlerà in un convegno che si svolgerà oggi a partire dalle 15 nell’aula magna dell’Università degli studi della Basilicata di via NazarioSauro.
L’evento è organizzato dal Centro di Ascolto del Disagio (CAD), dall’Università degli Studi della Basilicata, dall’ordine degli Architetti, con il patrocinio del Comune di Potenza.
L’appuntamento si inserisce in un programma di relazioni tra università e amministrazione comunale, su questioni sensibili, rispetto alle quali la ricerca e la formazione universitaria possono dare il proprio contributo alla comprensione delle dinamiche in atto nella nostra città.
«Il senso del “disagio”, indotto sul cittadino dall’organizzazione della città e dall’ambiente urbano - spiega una nota di anticipazione del convegno - è anche “soffocato” dalla condizione di una comunità intera che accetta, più o meno inconsapevolmente, i malfunzionamenti e le brutture urbane ed architettoniche». Il risultato è lo scarso senso di appartenenza alla città «che incide sulle abitudini del cittadino».

(L'articolo completo sull'edizione acquistabile online e in edicola)

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?