Salta al contenuto principale

Foto di famiglia e barbe di Natale
Il racconto (caldo) del privato politico

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 15 secondi

SERVE forse ad avvicinare, a raccontare un po’ più di sé. Magari, a strappare un sorriso in chi passa distratto sulle foto in timeline. Così finisce che l’apparenza di politici-e-basta diventi meno prevalente. I politici hanno imparato piano piano ad affidarsi ai socialnetwork per un racconto quotidiano più caldo. Le feste di Natale sono lo spazio più adatto a mostrarsi giocosi, in famiglia, affezionati. Auguri per tutti, poi immagini tra il pubblico e il privato che dovrebbero accorciare la distanza tra il politico e gli altri.
Marcello Pittella si è concesso, per esempio, una foto con il padre Domenico. «Un cuore di padre è il capolavoro della natura», scrive su Facebook citando l’Abbé Prévost. «Ed io - aggiunge - durante queste feste, ho finalmente passato un po’ di tempo con il mio».
Se Marcello si mostra nel rapporto con il papà, il fratello europarlamentare Gianni si racconta nei panni di nonno. Vestito da Babbo Natale gioca anche con chi lo segue online. «Che dite, il nipotino mi ha riconosciuto? Buon Natale a voi e alle vostre famiglie!»
Indossando il capello da Babbo Natale, ci sono altri due democratici a stupire. Il consigliere regionale Luca Braia ha condiviso diverse foto in atmosfera di festa casalinga. E a prestarsi al gioco, c’è anche la senatrice Maria Antezza, sorella di Cristina, moglie di Luca.
Così la politica prova a indossare panni nuovi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?