Salta al contenuto principale

Bubbico gela Salvini
«Gli italiani non sono né stupidi né buzzurri»

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 47 secondi

UNA GELATA, durissima, che costringe il segretario della Lega Matteo Salvini a restare in silenzio, a rilanciare a Bubbico la più bassa (e comune) delle battute da bar: «Propongo mia madre come ministro dell’Interno».
L’aplomb del viceministro Bubbico vacilla all’istante durante il faccia a faccia con Salvini su Sky, è l’immagine di due mondi antitetici e una affermazione politica.
«Il nostro ordinamento - dice Bubbico a Salvini - è stato costruito negli anni da persone che hanno avuto una lungimiranza che non so quando lei potrà conquistare. Sarebbe una grande conquista politica per lei ed il suo partito. Lei deve fare i conti con i problemi che abbiamo oggi e non con la propaganda. Perché la propaganda può servirla a prendere qualche voto, anche se non ne sono proprio certo. I cittadini italiani non sono stupidi e buzzurri perché sanno che viviamo in un mondo complesso, e noi dobbiamo avere l'intelligenza e la cultura per governare questa complessità e per costruire condizioni di sicurezza di pace e di convivenza.
Perché questo mondo appartiene a tutti Salvini, e questo deve essere l'obiettivo che le persone civili devono perserguire se vogliamo costruire sicurezza».
Salvini resta muto, cerca la mediazione della giornalista in studio. Poi si rifugia su facebook dove rilancia i suoi strali con tanto di immagine preparata ad arte per contrattaccare all’eloquio di Bubbico. Non lo fa però dal classico profilo personale, ma da quello della Padania. E qui gli insulti si moltiplicano.
«Secondo il viceministro degli Interni Bubbico (Pd - scrive Salvini - gli italiani che votano la Lega in sostanza sono stupidi o buzzurri.
Questo genio è il vice di Alfano, e vigila sulla nostra sicurezza. E in ogni caso, meglio buzzurro che amico degli invasori. Gente di sinistra per cui il problema non sono i 12 morti per mano islamica, ma la Lega che “così aumenta i voti”. Gente squallida e malata». Ovviamente è pioggia di commenti, quasi tutti insulti, nei confronti del segretario leghista.

v.panettieri@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?