Salta al contenuto principale

Al verso l’amministratore unico
“Sfratto” per Rosa Gentile

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 13 secondi

POTENZA - Nessuna sorpresa da Acquedotto lucano. Si è svolta ieri mattina a Potenza l’Assemblea degli azionisti di Al spa, per l’approvazione della Relazione sulla gestione e gli investimenti. Presenti la Regione Basilicata e i sindaci in rappresentanza di circa il 70 per cento del capitale sociale. Non c’era il governatore Marcello Pittella ma in sua vece il dirigente regionale Vito Marsico.
E alla fine dopo la relazione del presidente dell’ente, Rosa Gentile, Marsico ha chiarito che non si torna indietro e che la riforma dell’ente deve essere effettuata a breve. Subito insomma.
La Regione quindi fa sul serio: si passa all’amministratore unico. E Marsico ha dato anche i tempi: entro il prossimo 30 marzo. Cioè agli attuali dirigenti è stato data notifica di “sfratto”. Per arrivare all’amministratore unico entro la fine di marzo, infatti, è necessario che venga approvato il bilancio di Al spa entro un mese. A quel punto i vertici attuali avrebbero chiuso ufficialmente il mandato permettendo alla Regione di nominare l’amministratore unico e i due direttori tecnici.
Nuovo assetto di governance di Al spa che secondo le stime dell’ente Regione permetterebbe un risparmio annuo di qualche centinaio di migliaia di euro. Per chiarezza sparisce la figura del presidente e del direttore generale e viene anche soppresso il consiglio di amministrazione. Al loro posto un amministratore unico e due direttori tecnici con compensi annui in linea con quelli che attualmente percepiscono i dirigenti della Regione. Lo schema dirigenziale è lo stesso della Sel (Società energetica lucana).
Ovviamente questo significa che Rosa Gentile e Gerardo Marotta (su cui è forte la sponsorizzazione di Luongo per un suo recupero in qualità di direttore tecnico) devono farsi da parte entro una quarantina di giorni. La vicenda è complessa. Ma intanto ieri l’assemblea ha votato e deciso.
Per quanto riguarda invece la relazione dell’attuale presidente dell’ente, Rosa Gentile, questi alcuni passaggi: «Il 2014 è stato caratterizzato, più degli altri anni, da una serie di criticità generate dalla crisi economica nonché dalla complessità degli aspetti normativi e regolatori del settore. Le principali difficoltà riscontrate derivano da una tariffa del servizio idrico non sufficientemente remunerativa, dalla notevole esposizione bancaria dovuta alle anticipazioni, dalla difficoltà ad incassare i corrispettivi per i consumi da parte delle grandi utenze, con evidenti conseguenze anche nel far fronte ai pagamenti a imprese e fornitori».
«Nonostante queste problematiche – ha aggiunto Rosa gentile -, Acquedotto lucano ha posto in essere una serie di attività che hanno garantito una efficiente gestione del servizio. In particolare, sono state messe in esercizio 53 chilometri di nuove reti idriche e circa 11 chilometri di reti fognarie. Inoltre, è stata acquisita la gestione di nuove opere, quali i depuratori di Montescaglioso e di Tricarico, nonché nuovi impianti di sollevamento fognari negli abitati di Matera, Bernalda e Filiano».
E sempre nel corso dell’Assemblea dei soci sono stati resi noti alcuni numeri dell’attività dell’ente: per quanto attiene l’attività di controllo dell’acqua destinata al consumo umano sono stati eseguiti 9.027 prelievi con la determinazione analitica di 244.949 parametri chimici e 40.485 parametri microbiologici.
Il presidente Gentile, secondo la nota, ha tenuto a ribadire le azioni volte a fronteggiare il fenomeno della morosità, con il ricorso allo strumento dell’ingiunzione fiscale: nel corso dell’anno sono state quindi inviate circa 15 mila ingiunzioni per una valore di quasi 18 milioni di euro.
Per quanto riguarda le questioni sindacali è stato reso noto infine che è stata data attuazione all’Accordo sindacale sottoscritto nel 2010 per quanto riguarda l’attribuzione dei livelli di inquadramento, così come previsti dal contratto nazionale di lavoro.

s.santoro@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?