Salta al contenuto principale

Forza Italia lascia la maggioranza
Leone appoggiato solo dalle civiche

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 6 secondi

POLICORO – La recente nomina di assessore alle Attività produttive di Giovanna Carrera (Impegno comune) ha chiuso il cerchio amministrativo della poltrona vacante, lasciata libera dal dimissionario Domenico Bianco (FI) a inizio dicembre, quando a due anni e mezzo dal voto amministrativo bisognava rieleggere il nuovo presidente del Consiglio dopo la naturale scadenza, prevista dallo statuto comunale.
In quella seduta si aprì ufficialmente la crisi politico-amministrativa con il gruppo consiliare di FI, che con i suoi tre eletti che non si presentò in aula non prendendo parte a tutta la seduta della massima assise comunale. Così venne eletto a maggioranza assoluta Giovanni Lippo (Trenta), con nove voti su un totale di 10 dei presenti con un’astensione, il quale subentrò a Gianluca Modarelli (nella foto). Invece nella seduta di fine anno (30 dicembre) il gruppo degli azzurri si presentò, votando con la maggioranza di centrodestra e riformulando implicitamente al sindaco, Rocco Leone, di rivedere gli assetti della Giunta. Leone replicò dicendo che non aveva mandato via nessuno e sono stati gli altri ad aver preso strade diverse.
Così oggi Forza Italia rompe gli indugi ed esce dalla maggioranza, avallando solo provvedimenti che vadano nell’interesse della comunità, che potrebbe essere tradotto anche con un appoggio esterno. Infatti la sezione cittadina di partito di Berlusconi comunica: «Col senso di responsabilità che da sempre contraddistingue il nostro partito, d’ora in poi i tre consiglieri di FI lavoreranno in Consiglio nell’interesse dei cittadini, avversando qualsiasi proposta che non vada nell’interesse della comunità, facendo emergere anche le stranezze di una parte di opposizione che, all’occorrenza, in maniera subdola, diventa “maggioranza”. La nostra linea è stata sempre chiara e univoca, a metà del percorso della legislatura abbiamo chiesto un serio tavolo di confronto per una verifica di quanto fatto o non fatto ad oggi e, dal confronto, decidere le nuove azioni per migliorare l’attività amministrativa al fine di portare avanti il programma elettorale. La nostra richiesta è stata comunicata al sindaco in tutte le forme e modi, fino alla consegna delle deleghe del nostro ex assessore Bianco, e non ultimo, in consiglio comunale dal capogruppo consiliare Modarelli. A tutto ciò mai nessuna apertura, solo promesse di possibili dialoghi mai concretizzati. Il sindaco, ignorandoci e nominando assieme agli altri gruppi il nuovo assessore, senza coinvolgere FI, di fatto mette fuori con azioni discordanti l’unico partito politico della sua maggioranza».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?