Salta al contenuto principale

Calò entra nel consiglio comunale di Potenza
In aula al posto di Pergola dopo il riconteggio dei voti

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

Piero Calò entra nel consiglio comunale di Potenza al posto di Rocco Pergola.

È stato il Tar a deciderlo, al termine del ricorso presentato dal neo consigliere. Calò aveva chiesto il riconteggio dei voti: risicato lo scarto tra i due, entrambi condidati nella lista "Socialisti Uniti" a sostegno di Luigi Petrone. Calò, difeso dall'avvocato Donatello Genovese, ha avuto al meglio. 

La graduatoria dei candidati alla carica di consigliere comunale validata da Prefettura e Comune si era chiusa con l'assegnazione di 208 voti a Pergola Rocco e 206 voti a Calò.

Quest'ultimo ha fatto ricorso spiegando che se le operazioni elettorali fossero state effettuate legittimamente, sarebbe risultato primo della graduatoria.

È stata così disposta la verifica delle schede di una sola delle sezioni indicate da Calò, la numero 6. Al termine delle operazioni sono emerse due schede ulteriori a favore di Calò che non erano state riportate nel verbale delle operazioni dell’ufficio elettorale.

A parità di voti, allora, ecco che la posizione di Calò in lista (posizionato più in alto in elenco) lo fa risultare il titolare del ruolo di consigliere. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?