Salta al contenuto principale

Speranza scende in campo per Adduce
«Voglio un Pd unito sulla sua candidatura»

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 4 secondi

POTENZA - «Io sono assolutamente convinto della necessità che tutto il Pd trovi unità e forza sulla candidatura di Salvatore Adduce a Matera».
Speranza rompe gli indugi sulle questioni locali. Nelle scorse settimane il capogruppo alla Camera dei deputati del Partito democratico, Roberto Speranza è stato ovviamente impegnato “anima e corpo” sulle vicende parlamentari.
Dal passaggio in aula dell’Italicum fino alla sfida delle sfide e cioè l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica.
Chiusa la questione nazionale con il successo totale del Pd e di Renzi, Speranza ora può iniziare a pensare anche alle altre questioni sul tavolo. Comprese quelle lucane ovviamente.
In realtà in queste ore è impegnato ancora su Roma. Ieri sera ha partecipato alla trasmissione televisiva “Porta a Porta” di Bruno Vespa. Stamattina sarà di nuovo a Montecitorio per l’insediamento ufficiale del nuovo Capo dello Stato, Sergio Mattarella.
E ieri comunque, proprio mentre stava preparando la registrazione della trasmissione di Rai 1, è entrato nel cuore delle questioni della Basilicata. Per prima la vicenda delle prossime elezioni amministrative a Matera.
«Io da capogruppo in questo mesi ho registrato tanta curiosità e sorpresa per la vittoria di Matera 2019». Vittoria possibile anche grazie alla tenacia dello stesso Adduce.
E Roberto Speranza evidentemente teme che l’effetto Matera 2019 possa essere frenato dall’uscita di scena del sindaco Adduce.
Per questo, il big lucano insiste: «Sono convinto che tutto il Pd, sia quella parte che già sostiene la ricandidatura di Adduce, ma anche quello che nutre qualche perplessità a lavorare alla ricandidatura del sindaco uscente. Serve a tutti ritrovare compattezza e serenità nel Pd». E ancora: «Dobbiamo arrivare compatti nel Pd e poi in tutta la coalizione del centrosinistra»
Un endorsement in piena regola del capogruppo dem a Roma verso il primo cittadino materano.
Per restare alla lettura politica, le dichiarazioni di Roberto Speranza nei confronti della candidatura di Adduce sembrano una riprosizione dello schema “Renzi” su Sergio Mattarella. Cioè ricompattare tutti i dem su un nome solo per offrire ad alleati, incerti e opinione pubblica un’immagine di un partito forte e decisionista che nion tententenna in eccessi di litigiosità e di indecisioni.
In ogni caso Speranza sarà in Basilicata già a metà settimana e quindi potrà iniziare a spiegare la strategia anche di persona.

s.santoro@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?