Salta al contenuto principale

«Preoccupato per il neo centralismo»
Un incontro su Craxi a Potenza: dove vanno i socialisti?

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

«Ferma preoccupazione per l'orientamento delle riforme che stanno procedendo speditamente, ma che riducono il nostro impianto plurale e democratico in favore di un significativo neo-centralismo, persino per ciò che si propone per la Rai o per la scuola».

L’ha espressa Bobo Craxi parlando a Potenza, durante la presentazione del libro dedicato al padre Bettino intitolato "Io parlo e continuerò a parlare", edito da Mondadori, alla presenza di esponenti politici della sinistra lucana e del presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella.

«Si segnala - ha proseguito Craxi - una clamorosa inversione di tendenza: in nome e per conto della sinistra italiana si restringono gli spazi democratici. Tutto ciò ha bisogno di un tentativo più forte di deviare questo corso. E le aree più sensibili della sinistra riformista italiana debbono contribuire a farlo. In tal senso, va ricostruita un’area socialista e riformista nel Paese: il "renzismo", infatti, la occupa geograficamente, ma non la rappresenta, né la interpreta».

Secondo Craxi, «la crisi e la dissoluzione del Pd non solo sarebbe utile, ma addirittura necessaria per la democrazia e la stessa sinistra italiana. Diversamente, saranno le aree liberali o quelle della destra regressiva a sollevare problemi e questioni di natura democratica».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?