Salta al contenuto principale

«Matera 2020 è una squadra
Non c’è scontro tra gruppi di poteri»

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 12 secondi

"Stiamo proponendo un nuovo modello, a Matera le primarie sono davvero il frutto della volontà popolare, una novità che può essere presa ad esempio anche in Europa e sono convinto che i cinque candidati che si confronteranno faranno squadra per presentare una proposta comune agli elettori materani".
Angelo Tosto è uno dei promotori e fondatori del Comitato 2020 ed a pochi giorni dal voto delle primarie approfitta anche per spiegare cosa accadrà in questi giorni e cosa soprattutto succederà dopo nella fase di avvicinamento alla campagna elettorale.
"Noi stiamo cercando di far vincere la cultura della buona politica, vogliamo intraprendere una strada nuova ma senza gli scontri tra gruppi di potere che si vedono da altre parti.
Noi pensiamo che ci sarà un clima unito, si farà il gioco di squadra in queste elezioni".
Tosto non si nasconde neanche dietro alle ipotesi che pure circolano di "gruppi di voti" che potrebbero essere usati per scombinare il risultato elettorale del Comitato Matera 2020 e che rientrano probabilmente in quel rischio di "inquinare i pozzi" di cui lui stesso aveva parlato in passato. "In realtà però quando parlo di inquinare i pozzi non mi riferisco al cretino che pensa che arriveranno voti in serie al candidato più debole, quella è solo la sintesi verbale di una rabbia che cova dentro rispetto a quest'iniziativa. Per me inquinare i pozzi è il tentativo di ghettizzazione di un'idea vasta ampia che va dall'estrema sinistra all'estrema destra (se ci fosse) perchè è comodo utilizzare le appartenenze ideologiche come elemento di competizione elettorale. In questo senso non si riuscirà a cambiare quella che è l'idea che si porta avanti per la città nel suo complesso. Inquinare i pozzi è fare sondaggi come quello che è stato divulgato qualche mese fa facendo passare me come candidato del centrodestra nel tentativo di manipolare il pensiero comune quando io non sono mai stato del centrodestra". Anche rispetto alle dichiarazioni dei giorni scorsi che vedevano partiti come Forza Italia annunciare la propria lista e il proprio simbolo a sostegno di Matera 2020 Tosto chiude sul nascere ogni polemica: "Noi le decisioni le abbiamo inserite nel nostro statuto e sono chiare, non vedo quale sia l'equivoco. Qualsiasi gruppo di persone di qualsiasi provenienza esso sia da sinistra a destra si ritroverà nelle nostre idee potrà decidere di presentarsi e darci una mano fattivamente ma non ci saranno simbolo in lista simboli di alcun partito.
Noi vogliamo diffondere un'idea trasversale che va avanti solo sui programmi e nell'interesse comune di una città come in un'elezione municipale è possibile immaginare. Spesso bisogna andare oltre i titoli dei giornali che possono essere fuorvianti e leggere anche i contenuti che li accompagnano per comprendere situazioni e soluzioni".
Quando al dopo elezioni lo stesso Tosto non si sbilancia: "non so cosa accadrà sono attento oggi a quello che succederà domenica, poi inizieremo a lavorare sul dopo. Io penso comunque che lavoreremo non sulla quantità delle liste ma su liste di qualità che siano in grado davvero di attirare l'interesse dei cittadini. Non so dire ad oggi quante saranno a sostenerci, so di certo che ci sarà una lista di Matera2020 ed una con il nome del nostro candidato sindaco che vincerà le prossime primarie".
Il voto è previsto per domenica dalle 8 alle 22 con modalità che saranno raccontate nel dettaglio nel corso di una conferenza stampa che il Movimento 2020 ha fissato nella propria sede di via Lucana per questa mattina alle 11.
Così come uno dei candidati alle primarie Mariarita Iaculli ha annunciato per questa sera alle 20 un incontro pubblico presso il Palace Hotel di Matera. L’appuntamento servirà per illustrare il programma elettorale in vista delle votazioni previste per domani.

p.quarto@luedi.it

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?