Salta al contenuto principale

Venanzia Rizzi:
«Gestione intelligente e smart city»

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 41 secondi

«Ho sentito forte il richiamo della mia città e ho deciso di raccogliere questa sfida democratica con ferma determinazione, perché so di avere le capacità, le esperienze e i contatti necessari per portare Matera ai livelli internazionali che merita». Venanzia Rizzi spiega sentimenti e programmi nel giorno decisivo delle primarie.
«Vedo in Matera, non solo la città dei Sassi e della Cultura ma, una città potenzialmente moderna, elegante, efficiente e dinamica. Ho cominciato da anni, come semplice cittadina, ad inserire Matera in contesti internazionali in vari campi.
Nel campo della sanità con un progetto europeo indirizzato alla cura degli anziani con l'ausilio di nuove metodiche e tecnologie; tirocini di personale infermieristico ed ostetrico. Nel campo dell'istruzione con accordi bilaterali tra università, scuole superiori, scuole primarie e conservatorio di musica; realizzazione della casa degli artisti finlandesi.
Non solo cultura ma rapporti di collaborazione tra imprenditori locali e scandinavi, e incentivazione del turismo con la realizzazione di voli estivi che collegano direttamente Bari con il nord Europa».
Da Sindaco cosa farò? «Innanzi tutto rendere Matera una smart city con la gestione intelligente dell'efficienza energetica nei servizi pubblici e con una gestione dei rifiuti moderna per trasformare l'attuale situazione rifiuti da ”bomba ecologica” a fonte di guadagno per la collettività». Ma anche altre idee non mancano: «Matera Capitale della Cultura 2019: fuori dal patto di stabilità degli investimenti, accelerazione delle procedure e realizzazione delle infrastrutture in tempi certi.
Realizzazione di un nuovo sistema di mobilità urbana con nuovi parcheggi, terminal Bus e metro leggera».
Quindi un appello: «da sola non potrei far nulla, ho bisogno del sostegno dei miei concittadini con qualità morali, professionali e con tanta voglia di fare. E con tutti loro che vorrei formare un´unica forza. Matera merita il nostro amore, costruiamo la città che sale, ma velocemente, per uscire dall´immobilità e volare, tutti insieme liberi, verso un futuro brillante».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?