Salta al contenuto principale

Tortorelli continua a “Osare” la candidatura
«Nessun ritiro, saremo noi quelli davvero civici»

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 12 secondi

MATERA - «Non vorrei che qualcuno mi tema, le voci di un mio passo indietro sono solo strumentalmente messe in giro da chi vuole fare dello sfascismo gratuito. Io sono in campo».
Angelo Tortorelli chiarisce senza ombra di dubbio la sua posizione di candidato sindaco della lista civica “Osiamo”: «posso aggiungere che oggi gli unici veri civici siamo noi, abbiamo rallentato il nostro lavoro per gli slittamenti che si sono succeduti riguardo alla data del voto nei giorni scorsi.
Ora che sappiamo quando si vota siamo pronti a presentarci ufficialmente alla città subito dopo Pasqua.
Abbiamo utilizzato queste giornate per mettere a punto il nostro programma, per lavorare a pieno sul nostro progetto e sulla nostra strategia anche in prospettiva futura».
Quanto alle ultime vicende politiche Tortorelli non si lascia pregare e sottolinea: «il messaggio che arriva dalle primarie di Matera2020 mi pare debba far riflettere qualcuno che dovrebbe prendere atto che non ci sono conclusioni scontate o già predeterminate, sono curioso ora di vedere se davvero Matera 2020 riuscirà a tenere tutto il seguito che ha costruito con queste primarie o se ci sarà come ho sentito qualche defezione.
Ma su questo, ovviamente, non sono titolato a parlare.
Penso al mio lavoro, alla costruzione di un movimento che deve muoversi necessariamente dal basso e che si andrà a contraddistinguere in maniera chiara alle prossime elezioni».
Quanto all’avvocato De Ruggieri che è ufficialmente in campo Tortorelli dice: «ho grande stima dell’avvocato De Ruggieri ma penso a fare il mio lavoro, ci siamo concentrati su un programma fruibile che possa avere una facile accessibilità.
Cosa ci caratterizzerà? Noi saremo quelli del fare, vogliamo essere giudicati sulla base delle esperienze che siamo riusciti a fare in questi anni, in base al lavoro che abbiamo svolto.
E’ anche per questo che credo noi saremo la base vera di civismo che ci sarà in questa campagna elettorale.
Lavoreremo proprio in questa direzione».
Quanto al suo ruolo di presidente della Camera di Commercio e a qualche esortazione che pure era giunta nei giorni scorsi a prenderne le distanze ha spiegato: «non faccio nulla di più di ciò che le norme prevedono. Su molti aspetti a cominciare dal presenziare gli appuntamenti pubblici ho delegato ogni compito ai miei due vice che sono Pasquale Lorusso e Gerarda Bonelli. Continuo ad occuparmi di quei progetti su cui stavamo lavorando e che porto avanti ma ripeto, non faccio nulla di più di quanto la norma preveda e consenta. Di questo si può stare assolutamente sicuri».
La prossima settimana Angelo Tortorelli presenterà ufficialmente il suo movimento, si parla di due-tre liste a supporto della sua candidatura che si annuncia certamente come l’ago della bilancia che potrebbe rompere molti degli equilibri che si sono creati proprio in questi ultimi giorni. La prospettiva verrà valutata strada facendo ma sulla presenza in campo il 31 maggio non ci sono dubbi, il presidente della Camera di Commercio non mostra alcuna esitazione, a fare passi indietro non ci pensa affatto.
Ed allora sarà certamente al tavolo dei contendenti tra Adduce e De Ruggieri nella parte del terzo incomodo che vuole avere un ruolo importante in questa consultazione elettorale.
Per il momento di più è impossibile prevedere, certo però le primarie del Movimento Matera 2020 non hanno modificato lo schema elettorale esistente, il numero dei contendenti alla carica di sindaco della città continua ad essere numeroso. La partita ancora aperta ed altri nomi potrebbero aggiungersi nei prossimi giorni anche se il quadro politico della città sembra ormai essersi chiaramente delineato con Adduce, De Ruggieri, Tortorelli e da ieri anche Antonio Materdomini confermato ufficialmente per il Movimento cinque stelle.

p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?