Salta al contenuto principale

Matera 2015, oltre 20 liste
Sono 700 i candidati già pronti

Basilicata

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 58 secondi

MATERA - Cinque candidati sindaci ma probabilmente oltre venti liste e 700 candidati alla carica di consigliere comunale. E’ questa, ad oggi, la proiezione della corsa elettorale per le Comunali di Matera 2015 che entrano nel vivo. Tre settimane per definire liste, candidature, strategie ed affacciarsi alla campagna elettorale. Il termine per la definizione dei giochi dovrebbe arrivare ai primi di maggio poi sarà campagna elettorale vera e propria.
Ma già oggi un quadro vero della situazione è possibile delinearlo anche se restano diversi i tasselli che mancano e che dovranno essere completati nel corso delle prossime ore.
Almeno sei-sette saranno le liste a sostegno del candidato sindaco del Partito Democratico Salvatore Adduce anche se proprio questo è lo schieramento ancora in via di definizione e che sarà completato solo tra qualche giorno. Di certo però Adduce avrà il sostegno di una lista del Partito Democratico, di una lista civica legata al candidato sindaco e al risultato di Matera 2019 e ad almeno altre due liste di cui si starebbero facendo promotori il consigliere regionale Achille Spada e il vicesindaco Sergio Cappella. A questo schieramento bisognerà aggiungere certamente una lista di Alleanza per l’Italia e poi cercare di capire cosa accadrà con il resto del centrosinistra a cominciare da Sel per continuare poi con i Socialisti più qualche ulteriore sorpresa. In totale 6-7 liste dovrebbero comunque essere costruite.
Su numeri più alti viaggerebbe il candidato di Matera 2020 Raffaello De Ruggieri pronto a scendere in campo dopo il risultato delle primarie. Il numero delle liste in questo caso potrebbe aggirarsi attorno a quota dieci (qualcuno parla anche di un numero superiore) con pezzi di centrosinistra e di centrodestra che si starebbero attivando per sostenere De Ruggieri. Bisognerà capire se ci saranno novità dell’ultimo momento e se davvero si riuscirà, come spiegato dall’interno dell’Associazione, «a ridurre il numero dei candidati per cercare di puntare sulla quantità più che sulla qualità».
Ma le grandi manovre sono in corso ed è lecito pensare che se non saranno dieci, almeno altre 7-8 liste anche dallo schieramento che sostiene De Ruggieri verranno fuori. Identificare queste liste ad oggi risulta difficile ma è probabile che ci saranno pezzi del Pd, di Italia dei Valori, dei Socialisti che potranno certamente agganciarsi a quest’aggregazione. Resta aperta in questa parte anche la disputa sulla presentazione di simboli di partito a sostegno di De Ruggieri, in diversi spingerebbero per un’opzione del genere da sinistra a destra ma la posizionepresa sembrerebbe davvero non lasciare spazio ad alcun tipo di interpretazione e si tratterebbe dunque di una questione non trattabile.
Così come lavori in corso non mancano anche per quanto riguarda Angelo Tortorelli. Il presidente della Camera di Commercio che oggi spiegherà nel dettaglio il proprio progetto si pone probabilmente come il terzo incomodo in questa battaglia politico-elettorale. Molto fiducioso e convinto del fatto suo ha sottolineato già in passato come “noi saremo quelli del fare e siamo gli unici veramente civici che sono in campo».
Anche Tortorelli avrebbe pronte due liste e starebbe lavorando anche su una terza. Poco meno di 100 candidati già pronti a scendere in campo.
Ma non basta perchè poi ci sarà anche Nicola Benedetto sostenuto da due liste che pare determinato a concorrere per la carica di sindaco. Voci non confermate portano a pensare che Benedetto possa in extremis fare un accordo con il centrosinistra di sostegno ad Adduce.
Un accordo che eventualmente dovrebbe svilupparsi soprattutto su base regionale più che su base materana.
Al momento però come dimostrano anche i manifesti che ha fatto affiggere in città e le parole ufficiali pronunciate, non ci sono elementi per non ritenere in campo il consigliere regionale e imprenditore.
Infine il Movimento 5 stelle che risolte le dispute interne con il voto online a favore di Antonio Materdomini può concentrarsi decisamente sulla campagna elettorale con una lista già pronta e che è stata diffusa e presentata ufficialmente nei giorni scorsi.
In totale considerando 7 liste con Adduce, almeno 8 con De Ruggieri, 3 con Tortorelli, 2 con Benedetto e 1 con Materdomini ci sono 21 liste di probabili candidati in campo. Il numero totale considerando che per ogni liste ci sono 32 candidati sale a 672 candidati potenziali. Calcoli che saranno soggetti, probabilmente ad una rivisitazione continua nei prossimi giorni ma che indicano con chiarezza l’unità di misura su cui si sta lavorando e si continua a lavorare in queste ore. Un’autentico esercito di candidati che in una città di poco meno di 60.000 abitanti e di 50.000 votanti costituiscono davvero un’enormità.

p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?