Salta al contenuto principale

Missione in Congo
Diario di viaggio di Gianni Pittella

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

I Socialisti europei ripartono dall'Africa con una prima missione in Congo-RDC per ribadire che l'indifferenza e il silenzio della comunità internazionale rispetto alle crisi in Libia, Nigeria, Somalia ed altri Paesi africani, sono inaccettabili e strategicamente miopi perché alimentano insicurezza e instabilità anche in Europa. Una scelta lungimirante e non semplice, quella di porre l'Africa al centro della politica estera del secondo gruppo politico nel Parlamento europeo, ma che si basa sulla consapevolezza e l'urgenza di contribuire alla costruzione di una politica estera europea davvero comune e incisiva.
Fondamentalismo islamico, conflitti etnici e sociali, persecuzione dei cristiani, conflitti legati allo sfruttamento dei minerali e violenza sulle donne sono tutti nodi che, come hanno sottolineato Papà Francesco e il premier Renzi, richiedono un'azione decisiva e senza tentennamenti dell'Europa e della comunità internazionale. Silenzio e indifferenza ci renderebbero complici. Noi ripartiremo dalla RDC e dal conflitto sui minerali per sconfiggere la prima arma del terrorismo e della guerra: l'indifferenza.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?