Salta al contenuto principale

Tortorelli fa l’intesa con Benedetto
Oggi i dettagli di un’alleanza che rafforza il “terzo incomodo”

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 56 secondi

MATERA - Accordo fatto tra Angelo Tortorelli e Nicola Benedetto.
L’imprenditore rinuncia alla propria candidatura a sindaco per sostenere il presidente della Camera di Commercio che dunque, con quest’alleanza, rafforza di non poco la sua attuale posizione nella corsa di posizionamenti in vista della prossima campagna elettorale.
I dettagli dell’intesa saranno illustrati questa mattina in una conferenza stampa ufficiale a Palazzo Gattini alle ore 10 che spiegherà una decisione che cambia di fatto e di non poco gli scenari della prossima campagna elettorale. Benedetto è stato il primo a ufficializzare la propria candidatura a sindaco in tempi non sospetti ma a più riprese negli ultimi giorni si era parlato di una possibile decisione di non impegnarsi direttamente nella campagna elettorale.
O meglio di una rinuncia a scendere in campo.
L’accordo con Tortorelli però arriva decisamente a sorpresa e sembra stravolgere il quadro politico che si andava costruendo definendo ancor più nitidamente la deflagrazione del centrosinistra che vede spostarsi verso le liste civiche un altro pezzo fondamentale come il Centro Democratico guidato dall’imprenditore e consigliere regionale.
Le strategie che puntavano magari a far rientrare Benedetto in un ampio accordo a sostegno di Adduce finiscono dunque nel cassetto ed oggi il quadro politico vede i diversi pezzi del Pd e del centrosinistra sparpagliati in vari schieramenti che solo in minima parte continuano a sostenere il sindaco in carica. Dando una delusione strategica e rafforzando di fatto il cosiddetto terzo incomodo nella corsa all’appuntamento elettorale del prossimo mese di marzo.
L’ipotesi, considerata remota, portava ad una sorta di accordo con il Pd e con Salvatore Adduce, nel frattempo però la realtà era quella di un’affinità tra l’imprenditore e il presidente dell’ente Camerale che pone Benedetto comunque con un ruolo primario all’interno del nuovo raggruppamento.
Definita la scelta di opposizione al Partito Democratico infatti Benedetto ha potuto dunque ritagliarsi un ruolo essenziale al fianco delle liste civiche che sostengono Tortorelli.
Ma quest’intesa nata probabilmente negli ultimi giorni ma su cui si lavora da diverse settimane ha avuto il compito anche di scombinare, ulteriormente, il quadro politico che si sta costruendo in vista delle elezioni.
Indebolendo evidentemente quel Pd che sperava di centrare un accordo con il Centro Democratico (forza “non marginale” nei numeri delle ultime consultazioni elettorali) e riaprendo completamente i giochi e le previsioni di carattere elettorale.
Insomma Tortorelli (destinato in queste ore a fare la parte del terzo incomodo) vede rafforzare decisamente la sua posizione puntando dunque ad arrivare al ballottaggio nelle consultazioni del prossimo 31 di maggio.
E oggi si capirà davvero quali sono gli elementi programmatici e politici che hanno unito insieme i due esponenti sotto una medesima bandiera. Benedetto e Tortorelli dovrebbero riuscire a far coagulare attorno a quest’accordo un consenso che poi le urne andranno a definire nel dettaglio ma che potrebbe oggi essere anche il pu nto di partenza per provare a lavorare ulteriormente verso un irrobustimento della coalizione che sostiene lo stesso Tortorelli.
L’obiettivo di approdare al ballottaggio per cercare di rompere quelli che ad oggi (numeri passati alla mano e consenso alle ultime primarie civiche) possono essere i rapporti di forze prevedibili e che lascerebbero lo stesso Tortorelli in un’ipotetica terza piazza.
I giochi e i numeri in qualche modo si riaprono, tre diventano i candidati forti a questa corsa elettorale.

p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?