Salta al contenuto principale

La squadra del Movimento Cinque Stelle
«Così cambieremo la città, dai trasporti al Bilancio»

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 31 secondi

MATERA - Hanno scelto cinque temi, come le cinque stelle che compongono il loro simbolo e che vogliono condurre fino al Comune di Matera, dal 31 maggio prossimo.
Chiamarli grillini sarebbe riduttivo per alcuni versi, sono cittadini che consapevolmente stanno decidendo di mettersi in gioco per fare in modo che la città non paghi ancora a causa di metodi di gestione della cosa pubblica basati sugli sprechi.
Dalla strategia Rifiuti Zero al Trasporto pubblico gratuito, ai danni del consumo del suolo, fino alla tutela e valorizzazione dei Sassi e al bilancio partecipato, è attraverso questi assi che la città potrà cambiare visione, spiegano candidato sindaco e consiglieri.
C’è Tiziana De Palo, impiegata che illustra il meccanismo del bilancio partecipato, già avviato e diventato metodo in città come Arezzo, Parma e Modena. Con la pubblicazione on line del bilancio comunale e la partecipazione attiva dei cittadini e degli abitanti dei quartieri la voce, spiega, passerebbe direttamente a loro.
Poi c’è Sergio Venezia, architetto appassionato e di facile parlantina che ha scelto di proporsi come consigliere (utilizzando lo spazio on line del Movimento Cinque Stelle che fino a giovedì 30 aprile è ancora aperto ad ulteriori candidature, ndr.) perchè è il momento di ristabilire le regole e di evitare il consumo del suolo.
Nadia Della Chiara, albergatrice di nascita, affronta il tema del turismo e suggerisce fra i primi punti la perizia strutturale sui tratti storici con uno studio sui percorsi e l’ottimizzazione del traffico in città.
C’è Giuseppe Carrieri laureato in economia aziendale ma attualmente senza lavoro che affronta il tema del trasporto pubblico locale gratuito e del caso della società Miccolis a cui il Comune di Matera in 9 anni ha versato 35 milioni di euro.
Il più anziano, ma solo all’anagrafe, , Leonardo Cirasole è convinto che sia questa la grande occasione per cambiare le cose.
E’ un progetto ambizioso, spiega, con ragazzi qualificati.
E’ il candidato sindaco Antonio Materdomini a spiegare il prossimo passaggio, quello della scelta degli assessori, sei, che una apposita commissione giudicherà entro l’1 maggio.
Partecipazione e trasparenza sono le parole d’ordine, insieme alla lotta agli sprechi a cominciare dalle consulenze, dall’acquisto dei giornali (proprio così!) e delle licenze per i software, che contribuiscono a mettere in ginocchio le casse comunali.
Il candidato sindaco torna sul leit motiv del movimento che fa capo a Beppe Grillo.
E’ la comunità a decidere tutto. «Non faremo nessun accordo in caso di ballottaggio - avverte - Il nostro è un programma di buon senso».
Il lavoro prosegue nelle piazze dove ogni settimana il Movimento Cinque Stelle raccoglie firme per la presentazione della lista e incontra i cittadini ai quali illustra i cinque punti del programma.
«La risposta - prosegue Materdomini - si vede. Domenica scorsa nonostante iniziative, manifestazioni e incontri, abbiamo raccolto 380 adesioni. Mi pare un ottimo risultato».

a.ciervo@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?