Salta al contenuto principale

Vittorio Suglia, pallavolista
candidato nella lista “Insieme” a sostegno di Salvatore Adduce

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 42 secondi

MATERA - «Vengo dalla pallavolo, oggi più che mai conosco le difficoltà che queste realtà vivono perché servono strutture, risorse, impegno, promozione, tutte necessità che aiutano la pratica sportiva oltre che lo sport di vertice». Vittorio Suglia capitano della Pallavolo Matera alla ricerca di una nuova priorità per cercare di salvare il titolo di A2 ha scelto di candidarsi e dare il proprio contributo in questa campagna elettorale. Lo fa con “Insieme” una delle liste civiche di area Pd che sono a sostegno del candidato sindaco Salvatore Adduce. «La mia decisione di fatto nasce da una proposta che mi è arrivata da Achille Spada, vorrei dare il mio contributo per aiutare la nostra realtà, spero che ci possa essere visibilità per la pratica sportiva e per sport come la pallavolo che spesso hanno più difficoltà di altri. Io oltre che nel mio ambiente cioè quello sportivo penso di poter dare un mio contributo anche in quello sociale che credo vadano di pari passo o comunque possano essere legati».
Quanto alla scelta di campo operata con Adduce Suglia spiega: «ho creduto che si dovesse continuare nel progetto che ha portato Matera a diventare capitale della cultura, il risultato è stato raggiunto e bisogna andare avanti.
La politica? Certo oggi è vista negativamente dalla gente ma è importante rispondere al disorientamento che c’è nei confronti della politica proprio con la presenza in questo tipo di appuntamenti».
Le idee di fatto sono chiare, l’impegno per una campagna elettorale che risulta una nuova esperienza pure ma sono davvero tanti i rappresentanti cittadini impegnati a vario titolo nello sport cittadino che si sono messi in gioco.
Suglia da capitano, da alcuni anni cioè una sorta di bandiera, prova questo tipo di avventura senza timori o remore di alcun tipo anche se il momento politico non è certo dei migliori ma c’è la voglia di adoperarsi per la città.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?