Salta al contenuto principale

Nuovo scenario per il centrodestra
Fronte unito contro la maggioranza?

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 32 secondi

POTENZA - Dalla sede della lista civica “Per la città”, in viale Dante, ieri pomeriggio erano già sparite tutte le foto del sindaco Dario De Luca.
Il ritiro dell’incarico assessorile a Margherita De Francesco ha segnato la rottura di un rapporto che più volte in passato aveva dato segni di cedimento.
Almeno in queste ore il sindaco di Potenza sembra perdere il sostegno del gruppo che più di altri lo ha voluto e sostenuto, fin dal primo turno. Un gruppo che, pur affidandosi a una lista civica, ha sempre veicolato e difeso posizioni di destra, e che ha mal digerito gli accordi «troppo stretti» con il centrosinistra.
Va bene la sopravvivenza della consiliatura, spiegavano, va bene il dissesto, il problema del bilancio da chiudere: un conto è la collaborazione bipartisan, un conto il riposizionamento della legislatura.
«Le promesse tattiche di contribuire al lavoro della giunta, da parte del centrosinistra, si sono sprecate in questi nove mesi, ma sappiamo tutti dove sono andate a finire», scriveva ieri Antonio Vigilante, che della lista “Per la città” è il rappresentante in consiglio comunale.
Quello che sembra aprirsi adesso è uno scenario nuovo, o forse solo per la prima volta molto marcato.
Il centrodestra in consiglio comunale - con la civica ci sono anche Fratelli d’Italia, Forza Italia e la formazione di Michele Cannizzaro - potrebbe trovare ora le ragioni di un dialogo rafforzato anche su temi e provvedimenti.
L’anatra zoppa prima (maggioranza del consiglio comunale al centrosinistra e governo sostenuto dal centrodestra), il documento dei 24 poi (una nuova maggioranza politica di centrosinistra) hanno dettato i tempi del dibattito politico degli ultimi mesi.
Ora il centrodestra potrebbe ritrovarsi protagonista e uscire dall’angolo in cui apparentemente è stato messo dalla nuova maggiorana politica.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?