Salta al contenuto principale

Verso il 31 maggio
Si accende la sfida a Moliterno

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 16 secondi

MOLITERNO - È praticamente partito a Moliterno con i primi incontri pubblici il conto alla rovescia per il più alto scranno di Palazzo Giliberti. Sono in due a contedersi la poltrona di sindaco: Giuseppe Tancredi, sindaco uscente e Angela Latorraca, già sindaco e consigliere provinciale PD in carica.
Latorraca e Tancredi capeggiano due liste civiche. Assenza di un simbolo politico nella sfida, una delle poche volte nella storia per un paese che ha sempre caratterizzato la politica nella valle. Moliterno negli anni è stato, sia per la destra sia per il centrosinistra, una sorte di laboratorio politico dove sperimentare prima che sull’intero territorio regionale le tante aggregazioni che la politica nazionale man mano proponeva.
Una vera e propria sfida politica tra liste civiche, dove il Pd, se pur assente come simbolo, si presenta con figure di chiaro riferimento pronte a rilanciare nuove politiche che rimettano in gioco, nella valle del petrolio e del Parco Nazionale, un comune ritenuto da molti troppo periferico. Tancredi nella lista “Moliterno Insieme” ripropone cinque consiglieri uscenti e sette volti nuovi.
Latorraca, se si fa eccezione di un candidato già politicamente conosciuto per aver ricoperto in passato la carica sia di consigliere che di assessore, presenta, nella sua lista “Moliterno sei tu”, undici nomi nuovi. Incerto il risultato finale, i più esperti parlano di vittoria per una manciata di voti da guadagnare in questi giorni che mancano al 31 maggio giorno delle elezioni e dello scrutinio che acclamerà il prossimo primo cittadino.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?