Salta al contenuto principale

Adduce a Raitre attacca De Ruggieri
Lui replica: «E’ nevrosi elettorale»

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 30 secondi

Uno scontro durissimo è andato in scena ieri nel corso del confronto Rai tra i sei candidati sindaci della città di Matera. L'attacco più violento è stato di Salvatore Adduce ma altrettanto decisa è stata anche la replica di Raffaello De Ruggieri. Non è mancato anche un battibecco Adduce- Tortorelli sulla partecipazione e il funzionamento del Comitato Matera 2019. Infine lo sfogo di Antonio Cappiello che ha lamentato di «Non essere stato invitato dalla Rai alle tribune elettorali pur pagando regolarmente il canone». «De Ruggieri non è il vero candidato, il vero candidato è Angelo Tosto - ha attaccato Salvatore Adduce - è il padrone della televisione locale, inquinatore della politica cittadina, è lui che facendo candidare i dipendenti del suo call center ha provocato la moltiplicazione del numero dei candidati, ha avvelenato la città provocando un controllo militare del voto, un'offesa alla democrazia per la nostra città. Ed io ho visto molto male che un uomo di 80 anni, dalla lunga storia democratica oggi scopra improvvisamente di essere una verginella, la verità è che Tosto vuole prendersi la città dopo aver lucrato su Matera 2019». Parole a cui ha risposto altrettanto duramente de Ruggieri: «Lo stellone di Matera 2019 non può coprire le deficienze su trasporti, rifiuti dove le tasse raddoppieranno almeno ma anche la disinvoltura urbanistica di questi anni di amministrazione. La nevrosi elettorale di Adduce mostra una volontà di attaccarmi sulla mia età e su Tosto. Nel primo caso dico che l'età non mi interessa perchè io ho energie da vendere e nel secondo rispondo che non sono candidato di Angelo Tosto ma dei materani che mi hanno scelto attraverso le primarie che invece Adduce si è rifiutato di fare. E intorno a me non c'è Datacontact ma pezzi di quel Pd che si sono staccati ed allontanati dalla gestione di questi anni e altri pezzi del centrosinistra come i Socialisti che hanno fatto la stessa scelta». Poco prima sulle presenze al Cda di Matera 2019 Adduce aveva detto a Tortorelli: «Non sei venuto quasi mai - la risposta piccata - «Si trattava solo di ratificare decisioni già prese. Ho chiesto di completare il cda della Fondazione e non mi avete nemmeno risposto da gennaio ad oggi». Infine l'assenza di Antonio Cappiello che va all'attacco sui social network ed anche al telefono: «Non sono stato invitato, questo il motivo della mia assenza. La Rai, pur pagando anche io il canone, si comporta in questa maniera. Voglio tutelarmi come posso, farò un esposto e penso che anche a livello parlamentare si dovrà intervenire e discutere di questa vicenda. Domenica è stata fatta un'intervista all'onorevole Saltamartini mai mandata in onda. Spero non ci sia una volontà di boicottarci, ci danno dei razzisti ma alla fine quelli davvero discriminati siamo noi. Prossimi appuntamenti? So che ci sono altre tribune elettorali ma nessuno mi ha invitato».

p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?