Salta al contenuto principale

«Pronto a svecchiare la politica»
Onofrio Venezia ha le idee chiare

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 37 secondi

PORTARE nuovi volti nella politica locale, svecchiarla e ridare vita, ripristinare l’ormai quasi perso rapporto tra Consigliere comunale e cittadini.
Sono queste le idee principali che hanno portato Onofrio Venezia alla scelta di candidarsi, di provare a dare il suo personale contributo alla politica materana.
Quarantenne, alla sua prima candidatura, Venezia è pronto ad entrare in questo mondo con entusiasmo e grande voglia di mettersi in gioco, con la politca dell’ascolto e del fare. E’ candidato per la lista Scelgo Matera 2019, per Adduce Sindaco. «Ho scelto di impegnarmi perchè proprio in questo periodo vi è la necessità di svecchiare e rinnovare i rappresentanti dei cittadini. Serve un salto di qualità, con gente nuova e fresca». Anche perchè, sottolinea l’avvocato, impegnato attualmente in un’azienda di servizi: «Serve entusiasmo e prerogative giovani, ma anche professionalità. Ho sentito in questo un senso di responsabilità e qualora fossi eletto ho grande voglia di partecipare alla gestione amministrativa di questo periodo storico importante per la città». Ha scelto Adduce e la lista Scelgo Matera 2019. «Una lista composta da gente nuova e che sposa bene la mia idea di metterci in discussione - continua Venezia - Ad Adduce non ci sono alternative. Ha ottenuto un grande risultato con la buona gestione precedente e merita continuità. Guai ad interrompere questo momento, significherebbe tornare indietro, sprecare quanto già prodotto sino ad ora».
Anche la volontà di portare in Consiglio comunale il rinnovamento parte dalla partecipazione, dal mettersi in discussione sempre, non solo in fase di campagna elettorale. «Vorrei rappresentare davvero i cittadini e portare in Consiglio comunale la loro voce. Punterei la mia attività sull’ascolto e sullo stare in mezzo alla gente. Poi, ho dato la mia disponibilità per contribuire ad ogni progetto e sarò parte integrante delle attività».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?