Salta al contenuto principale

Candidati nelle mani degli elettori materani
La Città dei Sassi sceglie il sindaco

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 39 secondi

MATERA - Saranno 50.003 gli elettori che oggi, dalle 7 alle 23, si recheranno alle urne in uno dei 62 seggi cittadini per votare il nuovo sindaco di Matera.
In tutto ci andranno 24.325 uomini e 25. 678 donne. Il confronto con i dati delle precedenti comunali indica, complessivamente 344 nuovi elettori in più (cinque anni fa erano in totale 49.659) con 7 uomini in meno che quest’anno andranno a votare (nel 2010 erano 24.332) ma 251 donne in più (cinque anni fa erano 25.427).
Ai votanti materani spetterà decidere chi, fra i sei candidati, dovrà guidare la città nei prossimi cinque anni.
Un lasso di tempo particolarmente importante perchè nel 2019 la città rappresenterà l’Europa essendo stata designata come Capitale europea della Cultura.
In corsa, c’è innanzitutto il sindaco uscente Salvatore Adduce, ferrandinese di 60 anni. A sostenere la sua corsa sono in tutto sette liste: il Partito democratico, Iniziativa democratica, Matera 2019 con Adduce, Api Allenza per l’Italia, Matera cultura con Adduce, Sel (Sinistra ecologia libertà) e Insieme.
Altro candidato sindaco è Raffaello de Ruggieri, avvocato materano di 79 anni. Sono nove le liste che accompagnano la sua corsa: Matera per De Ruggieri sindaco, Matera popolare, Matera capitale, Forza Matera, Matera la città che sale, Popolari per Matera, Matera si muove, Socialisti con de Ruggieri e Matera Lab laboratorio per Matera.
Angelo Tortorelli, matera di 59 anni, fino ad ora presidente della Camera di Commercio.
Cinque in tutto, le liste a suo sostegno: Matera ci piace, Osiamo per Matera, Lavoro e Sviluppo, Cambiamo Matera e Matera al centro.
Singole liste, tutte civiche, accompagnano gli altri tre candidati.
Antonio Materdomini materano di 38 anni rappresenta il candidato scelto dal “Movimento 5 Stelle”.
Antonio Cappiello materano di 44 anni, si propone come espressione della lista “Noi con Salvini”.
Francesco Vespe55 anni, dipendente dell’Sgenzia Spaziale è il candidato sindaco della lista “L’altra Matera”.
Venerdì, intanto, in città si sono susseguiti gli ultimi comizi, le ultime iniziative per l’invito al voto che oggi prevede 24 ore di silenzio elettorale in attesa dell’apertura dei seggi di oggi.
In tutti i sei casi si sono confrontate tesi, opinioni, progetti in particolare concentrate sulla sfida dei prossimi anni, ovvero il ruolo della città che insieme alla bulgara Plovdiv rappresenterà la cultura europea per un anno.
L’appuntamento, ovviamente, prevede che negli anni che dividono dal 2019 vengano realizzati i progetti contenuti nel Dossier di candidatura, presentato da Matera per partecipare alla corsa insieme a Cagliari, Lecce, Perugia, Ravenna e Siena.
Nei programmi dei candidati si è approfondito anche il funzionamento della macchina comunale, il tema delle infrastrutture che penalizza la città, quello degli aspetti legati al risparmio energetico.
I sei candidati si sono più volte confrontati in dibattiti pubblici, a cominciare da quello promosso il 15 maggio scorso dalla Caritas dicoesana e dai parroci di Matera e provincia.
I candidati hanno poi incontrato gli ordini professionali e alcune associazioni di categoria.
Il 24 maggio, infine, il confronto promosso dal Quotidiano, in collaborazione con trm network e i principali organi di carta stampata della Basilicata, che si è svolto a Casa Cava.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?