Salta al contenuto principale

Cancellara, Quagliano a testa alta
«Mi candido per il prossimo anno»

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 23 secondi

Michele Quagliano se lo aspettava un po', sapeva che sarebbe stato difficile superare l'ostacolo del quorum.

A Cancellara l'affluenza si è fermata poco oltre il 28%: le elezioni non sono valide. Il prefetto di Potenza, Antonio D’Acunto, ha già nominato il viceprefetto Rosa Maria Falasca commissario prefettizio del paese. 

Il commissario prefettizio ha ora «i poteri del sindaco - del consiglio e della giunta per assicurare - è scritto in una nota della prefettura di Potenza - la continuità di funzionamento degli organi e dei servizi dell’ente fino all’insediamento degli organi elettivi».

I 466 voti presi dall'unico candidato sindaco del paese sono comunque un successo da custodire e magari possono porre le basi per una futura candidatura. 

«Per noi - ha detto a freddo il candidato sindaco - è stato comunque un ottimo risultato. Ciò che dispiace è che l’arrivo del commissario nuoce alla comunità. Serviva - ribadisce il leader di “Cancellara in alto” - una guida politica per risolvere i problemi più impellenti».

Sul futuro Quagliano non ha dubbi: «Per il paese - ha detto - si apre una fase di campagna elettorale che durerà un anno. Già posso affermare che il prossimo anno ci presenteremo con la stessa squadra con l’aggiunta di qualche altro esponente della società civile. Noi andremo avanti e cercheremo di lavorare per il bene del paese e contro i diktat che vengono dai partiti».
«Ciò che vogliamo - ha concluso Quagliano - è un paese unito».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?