Salta al contenuto principale

«A Matera siamo pronti a schierarci»
Intervista a Nicola Benedetto, principale alleato di Tortorelli

Basilicata

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 25 secondi

MATERA - Non tante parole ma una posizione politica chiara ed un metodo di comportamento. Non una decisione presa ma una strada da percorrere. Sono le risposte che arrivano in queste ore da Nicola Benedetto.
Se Angelo Tortorelli riflette e si confronta con i suoi esaminando un esito elettorale che non è stato esattamente quello atteso, a spiegare la linea di azione che lo schieramento civico di Osiamo è pronto a seguire ci pensa proprio il consigliere regionale che è stato, da sempre, il principale alleato di Tortorelli e oggi non ha difficoltà ad indicare una strada da seguire che non deroga ai principi illustrati in passato, che non scioglie ancora tutti i nodi ma che indica un metodo di comportamento.
«Non faremo apparentamenti così come avevamo già spiegato in passato ma daremo un appoggio dichiarato che spieghi la nostra posizione» dice chiaramente Benedetto.
Nessun accordo “sottobanco” quindi: «niente di tutto questo, le scelte verranno fatte nella massima trasparenza, verificheremo quale è il progetto che maggiormente si avvicina al nostro e poi lo renderemo pubblico.
Faremo scelte solo per il bene della città, non chiederò niente per me ma solo per la città».
Una linea di azione, quella dettata da Benedetto che conferma il no agli apparentamenti dichiarato proprio in avvio di collaborazione con Tortorelli in maniera univoca e senza esitazioni. La scelta di quale parte privilegiare rimane invece ancora una questione da definire nelle prossime ore, nel giro di qualche giorno. Probabilmente entro domenica.
Le giornate sembrano intense e qualche contatto probabilmente avviene già, molte riflessioni sicuramente sono in corso per una decisione che maturerà probabilmente nel giro di pochi giorni anche perchè il nodo da sciogliere non si potrà trascinare troppo a lungo per dare agli elettori chiarezza sul da farsi e contribuire a fare la migliore campagna elettorale possibile.
In queste ore Tortorelli dovrebbe anche incontrare quelli che sono i consiglieri in pectore delle sue liste (Paolo Manicone e Vito Sasso) per poter definire nell’ambito della coalizione una scelta complessiva da portare avanti.
Intanto Benedetto non si tira indietro nemmeno nell’esame del dato elettorale e spiega: «Non sono i numeri che ci aspettavamo, la città non ha guardato al lavoro e allo sviluppo.
Fino a qualche giorno prima del voto avevamo delle sensazioni e delle indicazioni ben diverse, poi qualcosa è cambiato.
Non so se è dipeso dalla politica organizzata ma le nostre prospettive erano diverse.
Il risultato rimane comunque apprezzabile e ci permette di dar senso al nostro progetto ed all’appoggio che i cittadini ci hanno voluto dare».
Le prossime ore vedranno ancora di più crescere l’attenzione attorno alla scelta della coalizione guidata da Angelo Tortorelli che scioglierà le riserve. La strada sarà quella indicata da Benedetto.

p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?