Salta al contenuto principale

Matera, ecco le linee guida dell'avvocato
Prima conferenza stampa di De Ruggieri

Basilicata

Tempo di lettura: 
4 minuti 6 secondi

MATERA - Raffaello De Ruggieri è stato proclamato nuovo sindaco di Matera. La presidente dell'Ufficio elettorale centrale Laura Marrone alle ore 16.35, in municipio, ha proclamato sindaco di Matera l'avv. Raffaello De Ruggieri eletto con 15.488 voti (54,51 percento) che prende il posto di Salvatore Adduce (12.926 voti, 45.49 percento).
E’ l’atto ufficiale dei tanti impegni che il neo sindaco di Matera avrà nelle prossime ore in cui avverrà anche l’insediamento nel Municipio. Intanto ieri pomeriggio De Ruggieri ha voluto tenere una conferenza stampa nella quale ha voluto indicare alcune scelte strategiche toccando temi importanti da Matera 2019 alle infrastrutture, alla nuova giunta comunale, alle questioni ecomiche e di bilancio riguardanti l’Amministrazione comunale cittadina.
«Ho voluto come primo atto un incontro con i giornalisti perchè ritengo che una collegialità di incontri e di rapporti possa essere importante per definire con chiarezza e senza particolarismi il lavoro che portiamo avanti. Il primo passo sarà proprio verificare i conti dell’Amministrazione, il punto da cui partiamo e il lavoro che facciamo in modo che non ci siano dubbi su meriti e responsabilità».
Quanto alle questioni da affrontare nelle prossime ore De Ruggieri rimane ancora in attesa sulla giunta dove la prudenza prende il sopravvento: «voglio una giunta fatta da competenza e qualità. Senza improvvisazione. Una giunta di tecnici? Non è detto». Poi nel pomeriggio in conferenza stampa aggiunge: «incontrerò subito i venti consiglieri comunali che dovranno essere il collante politico della mia attività e a cui assegnerò un ruolo non solo per sollevare le questioni ma anche per contribuire a proporre le soluzioni. Da questo collante verrà poi la base per la giunta. Tempi? La fretta spesso fa i figli ciechi. Vedremo quanto tempo servirà».
Posizione più chiare sugli aspetti legati a Matera 2019 a cominciare dalla nomina a direttore di Paolo Verri: «mi pare che ci sia stata un’irregolarità nella conferma di Verri, una distrazione. Vogliamo ripristinare quanto contenuto nel dossier per la nomina del direttore attraverso un bando pubblico. Il presidente della Fondazione? Lo decideremo d’accordo con il presidente Pittella, come prima cosa andrà cambiato lo statuto anche perchè io credo che il sindaco abbia tante cose da fare e quindi serve un altro presidente della Fondazione. Ovviamente anche su questo decideremo insieme al presidente della Regione e ad un Consiglio di Amministrazione da completare. Sarà compito del presidente della Fondazione decidere sul direttore». Quanto al dossier e al tweet di Steve Green De Ruggieri ha ricordato: «noi intendiamo rispettare il dossier per capitoli ma prevedendo comunque una generale rimodulazione nell’ambito di un’idea diversa che vede la cultura come diffusione e non come eventificio».
Dopo politica e Matera 2019 l’altro argomento caldo del neo sindaco sono state le infrastrutture vista anche la visita prossima in questa settimana del Ministro Delrio: «mai avrei immaginato un’occasione simile, faremo capire al ministro che questa città non può accettare che siano fatti figli e figliastri e che con la stessa attenzione voluta per l’Expo ci sia un impegno del Governo, fatte le dovute proporzioni, anche per Matera 2019.
Chiederemo la Ferrandina-Matera, la Matera-Gioia e i lavori di completamento della Bradanica. Non cose impossibili ma interventi necessari perchè una capitale della cultura che rappresenta l’Italia deve essere necessariamente aperta e accessibile». Quanto poi all’adeguamento della linea Fal ha aggiunto: «credo che un adeguamento della Altamura-Matera ed un ragionamento con il presidente della Puglia sui rapporti da intercorrere, sulla possibilità di creare un collegamento con la Bari Nord e quindi direttamente con l’aeroporto di Bari siano discorsi da affrontare». Le altre questioni calde che De Ruggieri ha affrontato sono il bilancio comunale e la questione dei contratti in proroga. Nel primo caso ha ribadito: «procederemo ad una verifica della situazione dei conti ma ci potrebbero essere anche dei debiti fuori bilancio, ci sono controversie come Casam, Moretti ed anche una con l’istituto diocesano da valutare». Nel secondo caso ha aggiunto: «dobbiamo ribadire la volontà di riportare la legalità, il Comune è vissuto in una perenne emergenza in questi anni e noi dovremo riportare condizioni di normalità senza atti vendicativi o proscrizioni sillane».
Poi la questione dello stadio in cui De Ruggieri ha ribadito la massima disponibilità al confronto, ha ricordato «di aver sottolineato che il gestore del campo fosse la società che disputa il maggior campionato e che ne usufruisce maggiormente». Infine il mercato e la richiesta di incontro dei commercianti: «il sindaco non potrà occuparsi direttamente di tutto, li ascolteremo e poi della questione si occuperà l’assessore al commercio».

 

p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?