Salta al contenuto principale

Pronto un laboratorio politico-sociale
Tutte le forze politiche si schierano insieme

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 40 secondi

VENOSA-In un momento in cui i partiti sono ai minimi storici a livello di credibilità da parte dell’elettorato, alcuni venosini hanno preso l’iniziativa di colmare il solco tra politica e cittadini assicurando i presupposti per un confronto a viso aperto e realizzando una collaborazione proficua tra forze politiche diverse. E lo hanno fatto creando occasioni di incontro, attivando canali di comunicazione in grado di portare a convergenze sulla base di cose concrete e fattibili. Come quella di promuovere una nuova coscienza civica, che faccia da minimo comune denominatore, per garantire uno sviluppo della comunità. Punto di partenza: i problemi del decoro urbano, che hanno interessato nel corso degli anni diversi cittadini, associazioni e soggetti politici, senza trovare spesso adeguata risposta. “Evidenti risultano agli occhi di tutti, i numerosi graffiti che imbrattano strade e vicoli della nostra città e in particolare del nostro centro storico- ci dicono i promotori della iniziativa- Per questo abbiamo contattato le varie forze politiche con l’intento di esaminare insieme il problema e avviare iniziative condivise”. E cosi, poco alla volta, con piccoli passi, si è creato un vero e proprio “Laboratorio politico-sociale”, che coinvolge tutte le forze politiche locali di orientamento diverso. Al primo incontro tenutosi nella sede del PD, sono seguiti quelli nella sede del M5S e quello nella sede “UDC”. A conclusione di questa prima fase è emersa la necessità di una maggiore sensibilizzazione e coinvolgimento di tutte le forze politiche venosine, per realizzare una iniziativa congiunta finalizzata a migliorare, l’immagine di Venosa, e alla creazione di un tavolo di discussione, che coinvolga anche associazioni e liberi cittadini. Obiettivo: condividere progettualità concrete e varie, finalizzate al recupero del senso civico e del rispetto per gli altri. E dopo una serie di incontri è stato approvato anche un protocollo di intesa, che disciplina i rapporti tra le forze politiche. Alla base di questo “laboratorio politico-sociale”,la scelta che ” nessun partito dovrà rivendicarne la titolarità ma tutti dovranno guardare lo stesso, con comune interesse, senza forme di protagonismo. Un accorato gesto di umiltà. In questo modo, i cittadini, noterebbero finalmente, segnali di cambiamento, vedrebbero che nella loro Venosa si sta iniziando a fare “buona politica”. Sulla base di queste premesse è arrivata la prima iniziativa: ripulire le facciate di quei fabbricati imbrattati da graffiti e scritte, iniziando da quelli ubicati nel Centro Storico, in particolare del percorso turistico .Una iniziativa che, a parere dei firmatari dell’accordo, potrebbe contribuire a far riavvicinare i cittadini e soprattutto i giovani, alla Politica. Primo passo, coinvolgere l’Amministrazione Comunale, dalla quale ci si aspetta ampia disponibilità e collaborazione. Per parte loro le diverse forze politiche si impegnano mettere a disposizione almeno due 2 volontari. Un metodo di lavoro virtuoso, che potrebbe produrre effetti benefici anche in altri settori. Hanno sottoscritto il documento: PD (Luigi Russo); M5s (Marianna Iovanni); Nuova Venosa (Canio Talucci); Udc (Tommaso Dell’arso); Sel (Angelo Argenti); Forza Italia (Teodoro Pica ); Fratelli D’italia (Michele Duino); Socialisti ( Nicola Errico); Soc. Riformisti (Giuseppe Carriero); Rif. Comunista (Giuseppe Di Biase).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?