Salta al contenuto principale

«Scaricabarile inutile e dannoso»
Gianni Pittella chiude le polemiche

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 44 secondi

POTENZA - «Inutile esercitarsi nello scaricabarile». Gianni Pittella veste i panni del moderato e cerca di gettare acqua sul fuoco delle polemiche scoppiate dopo la sconfitta al ballottaggio di Matera dell’ex sindaco Salvatore Adduce.
Il capogruppo del Pse a Bruxelles, dalla Cina (è in visita istituzionale a Pechino per conto della Ue) risponde alle sollecitazione del Quotidiano e chiarisce: «È fisiologico, che durante una campagna elettorale e subito dopo, il confronto sia aspro e vivace ma il senso di responsabilità ora deve prevalere perché in gioco è la più grande scommessa della nostra comunità, far diventare matera capitale europea della cultura il traino e il volano di una grande svolta nel mezzogiorno».
Insomma Matera 2019 rimane il grande obbiettivo di tutta la Basilicata e non deve essere gettato alle ortiche. Gianni Pittella però, sa bene qual è lo stato dell’arte e le fibrillazioni interne al proprio partito. E soprattutto avverte che sarebbe «ancora più dannoso esercitarsi in uno scaricabarile tanto comodo quanto stucchevole».
E siccome da più parti viene avanzato il sospetto (non ultimi alcuni articoli di stampa extraregionale) che Adduce sia stato scaricato dai renziani e soprattutto dai Pittella, l’europarlamentare lucano ribadisce: «Confermo le idee che ho espresso in piazza a Matera: Salvatore Adduce è stato un ottimo sindaco ed ha condotto con autorevolezza Matera verso un traguardo insperato. E conoscendolo so che continuerà a lavorare per la sua città e per la sua regione».
Il presidente del gruppo del Pse in Europa quindi passa ai saluti al vincitore: «Le scelte dei cittadini vanno rispettate, saluto il nuovo sindaco Raffaele De Ruggeri e sono convinto che la sua sindacatura, la giunta che vorrà indicare e l'intero consiglio comunale sapranno proseguire il percorso virtuoso che ha posto Matera alla attenzione del mondo».
Con la rassicurazione finale dello stesso Gianni Pittella: «Per ciò che compete alla mia responsabilità istituzionale sarò sempre al fianco della città di Matera».

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?