Salta al contenuto principale

De Ruggieri giura: «Tutti sindaco della città»
Il primo consiglio comunale dopo il voto

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 14 secondi

Il primo consiglio comunale a Matera è cominciato senza colpi di scena.

Il sindaco Raffaello De Ruggieri ha giurato, accolto dall'entusiasmo dell'aula che gli ha tributato un'ovazione. 

«Tutti devono sentirsi sindaco di questa città», ha detto il primo cittadino. «Senza partecipazione - ha evidenziato il sindaco - non si governa: dobbiamo acquisire una più convincente realtà di governo. Invitiamo la comunità a partecipare: tutti dobbiamo essere sindaco di questa città».

La riunione del Consiglio - presieduta dal consigliere "anziano", Annunziata Antezza (Pd), la più votata tra i consiglieri - si è aperta con la convalida dei consiglieri, che da 40 sono passati a 32.

Salvatore Adduce ha annunciato l'astensione durante il voto per la presidenza del consiglio di tutta l'area che l'ha sostenuto «per rispettare l'autonomia della maggioranza. Abbiamo comunque apprezzato la proposta fatta nei giorni scorsi dal sindaco sulla possibilità di una mia elezione - ha aggiunto Adduce - a presidente del Consiglio, che però non si è concretizzata».

Non è stato raggiunto il quorum per l’elezione del presidente dell’assemblea: una terza votazione è prevista per la prossima seduta, il 6 luglio.

La maggioranza ha votato, in maniera compatta, per Angelo Tortorelli, che ha ottenuto 21 voti, non raggiungendo il quorum dei 2/3 necessario per l’elezione nelle prime due votazioni.

Il consigliere del M5S, Antonio Materdomini, ha dichiarato di aver votato scheda bianca. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?