Salta al contenuto principale

«Cala la cig, ma c'è poco da festeggiare»
Analisi Uil del dato: diminuzione del 3,3%

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

«Abbiamo davvero poco da esultare nel leggere il dato Inps che certifica la diminuzione del 3,3% di ore di cig erogate complessivamente in Italia nello scorso mese di giugno rispetto a giugno 2014».  

Perché, spiega il segretario generale della Uil, Carmine Vaccaro, sono «1 milione 325 mila complessivamente le ore autorizzate di cassa integrazione guadagni in Basilicata relativamente al primo trimestre 2015».

Per comprendere la portata del dato va analizzato anche il contesto. «Noi crediamo - aggiunge - che sia opportuno leggere i dati sentendo e ascoltando le sofferenze che quotidianamente vivono territori e lavoratori, quando lamentano l’assenza di risorse per la cassa integrazione in deroga, strumento fondamentale per il mantenimento dei posti di lavoro e per il necessario, quanto  fondamentale, vivere dignitoso delle famiglie di lavoratrici e lavoratori». 

«Il sistema produttivo, in sostanza, ancora non reagisce a una crisi, troppo, prolungata e sui dati relativi alle domande di disoccupazione, come ammette la stessa Inps siamo di fronte a un blocco dovuto ad evidenti ritardi nell'attuazione della recente riforma (Naspi), come se non si sapesse da mesi che essa sarebbe entrata in vigore».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?