Salta al contenuto principale

Pd e polemiche alla prova dei fatti
Attesa per l'assemblea del 20 settembre

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

POTENZA - Manca poco e poi si ricomincia. O meglio, si chiude il mese di agosto e cioè il periodo dell’anno in cui l’attività politica e amministrativa si “autosospende”, e si riprenderà con la normale attività. E probabilmente, mai come quest’anno, è un bene.
Perchè sarà stato per la noia, sarà stato perchè il tempo libero poteva essere impegnato meglio ma di certo tutto il dibattito politico (o quasi) si è concentrato sulle polemiche e sugli scontri.
L’agenda politica di settembre è già piena e quindi costringerà i protagonisti a confrontarsi sui fatti. E sui tanti nodi che ci sono.
A partire dagli equilibri del Partito democratico. Perchè il 20 settembre con l’Assemblea regionale le parole dovranno per necessità lasciare spazio ai fatti. In poche parole o Luongo resiste come segretario regionale o viene travolto dalle dinamiche interne.
C’è da dire però, che al netto delle polemiche, qualche tentativo per trovare uno schema di tregua sotto banco è stato fatto.
Qualche incontro e qualche messaggio tra speranziani e pittelliani pare che ci sia stato. Due, su tutte, le questioni sul tavolo: la conduzione del partito regionale con il congresso cittadino di Potenza e poi il rimpasto della giunta regionale.
Le due questioni sono legate a doppio filo e solo una sorta di accorto tra Pittella - Luongo e Speranza potrà evitare bagni di sangue. Le diplomazie, come si è detto, qualche movimento lo hanno già fatto. Senza nessun esito di rilievo. Ma già dai primi giorni di settembre le questioni dovrebbero essere affrontare di petto.
Ovviamente il quadro, anche rispetto a un paio di mesi fa, appare ancora più complesso. Perchè le polemiche intestine comunque hanno infiammato le “tifoserie”.
E c’è anche un tema legato all’Anci regionale che cova sotto la cenere che rischia di elevare ancora più lo scontro.
La sensazione è che sia da un lato che dall’altro della barricata ci siano falchi e colombe. Al momento è difficile comprendere chi prevarra in tutto questo. Per fortuna le risposte non dovrebbero più poter essere rinviate.

s.santoro@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?