Salta al contenuto principale

Intervista all'assessore Cangelli:
«Sassi e urbanistica, ecco tutte le priorità»

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 56 secondi

MATERA - «Mi ha dato un grande orgoglio l’attenzione che i rappresentanti italiani degli altri siti Unesco hanno avuto per Matera, tutti pronti ad ascoltare e collaborare con eventuali iniziative».
L’assessore ai Sassi e all’Urbanistica del Comune di Matera, Francesca Cangelli commenta così la sua giornata a Padova a rappresentare la città dei Sassi nell’incontro che c’è stato con argomento il turismo e lo sviluppo dei siti Unesco. «In particolare si è parlato dell’avvio di una strategia di marketing che attraverso una rivista telematica possa sottolineare le esigenze e e le priorità che i siti anni».
L’assessore Cangelli sta lavorando in questi primi mesi su materie fondamentali e delicate che vanno appunto dai Sassi all’Urbanistica e non si tira indietro nel fare, a distanza, un punto della situazione con “il Quotidiano”. «Per i Sassi il punto di partenza è il piano di gestione dei siti Unesco che è la base di ogni ragionando, poi la prima cosa che cercherò di fare una volta ricostituito l’ufficio Sassi così come è nelle intenzioni del sindaco, c’è la necessità di snellire i regolamenti che ci sono e portali dai nove attuali ad uno unico.
I Sassi emblema della città? Sono la cartina di tornasole non solo turistica, devono essere, a mio parere, un luogo sostanzialmente vivo, in cui ci siano residenzialità, imprenditorialità, servizi, un quartiere come altri che ci sono in città. Sassi museo o sassi solo turismo? L’ideale sarebbe una via di mezzo, io non credo che i Sassi possano essere quello che erano molti anni fa, tante cose sono cambiate ma sono contraria ad un albergo diffuso nei Sassi. Bisogna trovare un equilibrio importante tra le varie componenti».
Altro argomento caldo per quanto riguarda l’attualità politica cittadina riguarda i temi urbanistici, le sollecitazioni ad accelerare che sono arrivate nei giorni passati anche dal presidente della commissione consiliare Giovanni Scarola che aveva chiesto di esaminare al più presto il regolamento urbanistico in modo da rispettare i tempi dettati dalla Regione. «Così come ho detto al presidente della commissione ed anche nella prima riunione io sono intenzionata ad adottare il regolamento urbanistico al più presto.
Credo che saranno necessari piccoli adeguamenti stilistici, penso ad esempio al fatto che non si menziona in nessun modo Matera 2019 all’interno del regolamento o a situazioni che mi sono state segnalate e che richiederanno delle piccole integrazioni. Credo e spero che saranno integrazioni minime tali da non rendere necessaria la riapertura della procedura di Vas e la conferenza di pianificazione. Così in poco tempo potremo arrivare ad un’approvazione. Quando?
Al massimo entro fine anno. Spero anche prima».
«Nei giorni scorsi ho poi anche provveduto ad incontrare direttamente a Roma il prof Nigro che si è occupato del regolamento urbanistico e l’architetto Properzi che sta redigendo il piuano strutturale. Credo che sarebbe stata necessaria sin dall’inizio un’azione congiunta, ora comunque ci sono state iniziative comuni che permettono di dare indicazioni utili per il lavoro che c’è ancora da fare.
Il piano strategico? La competenza come delega è del vicesindaco Schiuma ma si sta lavorando in sinergia per riuscire ad arrivare ad un’accelerazione di tutti quanti questi atti».
p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?