Salta al contenuto principale

IL COMMENTO
Ignoranza tecnica non excusat

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 42 secondi

Una sola cosa, carissimo e amabilissimo sindaco De Ruggieri. Lei ha sostanzialmente ragione quando dice che il lavoro dei migliori si paga.

Come darle torto? Soprattutto in una società postindustriale dove il lavoro intellettuale, di consulenza, di organizzazione, in una parola di “visione” viene considerato una prestazione da tempo libero.

“Mi dai un'idea? Mi aiuti su questo progetto?, viene a presentarmi un libro?”, quante volte in una giornale me lo sento chiedere?
Infinite volte, come se il lavoro vero fosse sporcarsi le mani e le idee fossero vuoto a perdere.
Dunque è giusto che lei scelga quelli che a suo giudizio sono i migliori che devono assisterla nel difficile lavoro dell'ammistrazione pubblica.

Nè si può pretendere che un sindaco abbia competenze sconfinate, dalla finanza al diritto alla storia.
Sono questi aristoi, direbbe lei, che devono aiutarla.

E lei deve pretenderlo. Ritorniamo un attimo sul bilancio sbagliato.

Voglio capire che dell'oppisizione consiliare lei non si fida, la politica fa il suo gioco, certo.

Ma sono rimasta perplessa sentendo il suo assessore al bilancio, il presidente dei commercialisti materani, Quintano, dire, in una intervista a Trm, che sì, che l'opposizione aveva ragione su quel punto, salvo a giustificarsi con la necessità – ricordo a braccio – di una storicizzazione successiva di alcune voci di bilancio.

Nè i suoi migliori sono stati di grande aiuto quando le hanno suggerito di dire in conferenza stampa che il Mef non è legittimato a fare ricorso al Tar contro gli enti locali, come annuncia di fare - il ministero dell'economia e delle Finanze, appunto - nel decreto inviato al comune di Matera.

E' già un bel po' di tempo che la normativa è cambiata.

E certo i cittadini non sono tutti esperti di diritto amministrativo per capirci qualcosa.
La parola di un sindaco influenza, orienta, convince.

Ecco, sulle beghe politiche mettiamoci una pietra sopra.
Sulla visione del futuro parliamone. Ma su questa roba qui no. Sennò che lo paga a fare il suo staff?

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?