Salta al contenuto principale

Melfi già in campagna elettorale
Il Psi a Navazio: «Parole vuote e superficiali»

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 3 secondi

MELFI - Al segretario del PSI di Melfi non è assolutamente piaciuta l’intervista rilasciata al Quotidiano da Ernesto Navazio perché: «si confonde l’indipendenza con l’isolamento politico - spiega il giovane, Vincenzo Destino - e manca una visione del futuro»
La critica e’ severa per delle parole giudicate: «vuote e superficiali - aggiunge il segretario Psi, Destino - che non ti aspetti da chi ha amministrato la cosa pubblica per anni. I partiti politici svolgono un ruolo fondamentale nella vita dei cittadini, anche in una fase difficile come quella che stiamo vivendo».
«Proprio quando vengono meno i partiti politici - riprende Destino - il Paese soffre un decadimento culturale. Navazio non lo capisce e continua con la sua ricetta dell’uomo solo al comando. Logica questa che ha prodotto due commissariamenti per la città. Conseguenza di questo approccio pre-politico è la sindrome di accerchiamento di cui è vittima la nostra città. Superare questa sindrome vuol dire giocare un ruolo importante nel futuro del paese».
«Melfi - riprende - è una realtà importante per storia e capacità del suo tessuto produttivo e deve inserirsi in un contesto più ampio. Dobbiamo unire e non dividere. Dobbiamo essere in campo e non scappare con il pallone tra le braccia».
Un appello ai giovani che devono capire come: «non serve alla città cercare nemici sul territorio regionale in maniera strumentale - commenta Destino - ma serve solo al politico di turno in cerca di nuova visibilità o di una poltrona».
«La città - AGGIUNGE - ha bisogno di credibilità, la stessa che Livio Valvano e la sua giunta, i partiti politici della maggioranza hanno saputo dare al territorio con il lavoro quotidiano e tutte le difficoltà che vivono le realtà amministrative nazionali. Noi non saremo sordi alle richieste degli iscritti dei partiti politici, del mondo associativo e della società civile. Abbiamo le idee chiare su cosa fare e per la mia generazione si tratta di ridare forza alle istituzioni democratiche per quella che diventerà una vera e propria missione».
Infine un ultimo durissimo attacco ad Ernesto Navazio perché: «non ci faremo intimorire dall’ennesima capriola elettorale - conclude il segretario del PSI di Melfi, Vincenzo Destino - e questa volta non ci sarà nessun Magdi Allam».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?