Salta al contenuto principale

28 milioni di euro per Matera 2019
Fondi in crescita a partire dal prossimo anno

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 36 secondi

«28 milioni in 4 anni per la grande sfida di Matera capitale europea della cultura 2019».
L’annuncio via twitter è del ministro per i Beni culturali Dario Franceschini che conferma la volontà del Governo di scommettere su Matera nella prossima legge di stabilità con un investimento che per la sola cultura è di 28 milioni di euro complessivi.
Una notizia senza dubbio positiva e che conferma innanzitutto la volontà di programmare l’arrivo all’obiettivo del 2019. Una “grande scommessa” come con entusiasmo sottolinea lo stesso Franceschini che fa una serie di annunci importanti per i fondi in più che sono destinati alla cultura e che confermano un trend su cui il Governo Renzi ha deciso di puntare.
In totale per la cultura arrivano 150 milioni di euro in più e 500 assunzioni mirate a professionisti del patrimonio, dagli archeologi ai bibliotecari, dagli archivisti a demoetnoantropologi.
Ma anche la conferma degli incentivi fiscali per i mecenati, più soldi per il Tax credit di cinema e audiovisivo, fondi per musei e promozione turistica della nuova Enit, stanziamenti per archivi, biblioteche, istituti culturali.
Con il disegno di legge di stabilità anche 20 milioni in più ogni anno per il sistema museale nazionale, sia per le spese di funzionamento sia per i servizi per il pubblico.
La legge di stabilità apre alla cultura con una serie di finanziamenti e interventi che dopo anni di tagli e ristrettezze offrono una concreta boccata d’ossigeno al vecchio ministero fondato da Spadolini.
All’entusiasmo di Franceschini fa da eco quello del sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri che commenta l’attribuzione a Matera di fondi per complessivi 28 milioni assegnati alla città entro il 2019, anno in cui sarà Capitale europea della Cultura.
“Lo stanziamento – precisa il sindaco - è stato approvato oggi dal Consiglio dei Ministri nell’ambito della Legge di stabilità e conclude una giornata romana davvero proficua.
Questa erogazione rappresenta una delle tappe essenziali del raccordo con il Governo nazionale che esprime il riconoscimento del ruolo assunto dalla nostra città e garantisce la sua attuazione, come confermato anche da un entusiasta tweet del ministro per i Beni e le Attività culturali Dario Franceschini pubblicato nel pomeriggio.
Le somme verranno attribuite con modalità crescenti. Nel 2016 si partirà con due milioni nel 2016 per giungere entro il 2019 ai complessivi 28 milioni.
Si tratta ora – aggiunge Raffaello De Ruggieri – di riprendere con forza il percorso progettuale della Fondazione affinchè possa attuarsi il programma definito per esaltare il ruolo di Matera e della Basilicata come soggetti di produzione, diffusione e scambio della cultura.
La notizia gratifica il silenzioso, lungo e caparbio lavoro compiuto dall’attuale Governo della città la cui azione è stata sempre confortata dal’attenzione e dalla collaborazione del Governo regionale.
L’assegnazione dei fondi – conclude il sindaco di Matera De Ruggieri – che coincide con la ricorrenza dell’anno dalla designazione, diviene la migliore gratificazione per tale anniversario e arricchisce di significato la seduta del consiglio comunale aperto che si terrà sabato 17 ottobre alle 9,30 al cine teatro Duni e a cui con forza invitiamo tutti i materani, forti di questo ulteriore riconoscimento giunto dal Governo”.
Anche Adduce ha commentato con entusiasmo: «Premiato il lavoro e il programma elaborato con il dossier che ha meritato il riconoscimento di Matera quale capitale europea della cultura. Il ministro Franceschini ha mantenuto l'impegno,il governo sceglie di puntare sul grande progetto che può contribuire a cambiare l'approccio con il tema decisivo del Mezzogiorno. Oggi Matera e la Basilicata sono chiamate a dare il meglio di se per continuare un percorso di innovazione che deve vedere protagonisti innanzitutto i giovani lucani ed europei».
Intanto il Comitato Matera 2019 ha annunciato che: «A seguito del tragico incidente in cui hanno perso la vita due giovani studenti materani il presidente della Fondazione Matera-Basilicata2019, Raffaello de Ruggieri, su proposta del direttore, Paolo Verri, ha deciso di annullare tutte le manifestazioni previste per celebrare un anno dalla proclamazione di Matera a Capitale europea della cultura e di aderire al Consiglio comunale che si terrà, come già annunciato, in seduta straordinaria e aperta al pubblico il 17 ottobre al cineteatro Duni».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?