Salta al contenuto principale

«Hai una faccia tosta!»
Cifarelli non si sta e replica duro a Santochirico

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 6 secondi

POTENZA - Lo scontro si sposta sul web. Il contrattacco di Vincenzo Santochirico nei confronti di chi lo vorrebbe fuori dal Partito democratico per non aver sostenuto nelle scorse elezioni  amministrative di Matera il sindaco uscente del Pd Salvatore Adduce ha scatenato una accesissima polemica. Il tutto è avvenuto, come è oramai consuetidine sulle bacheche di Facebook e di Twitter.

I più attivi nel “rispondere” a Santochirico sono stati il capogruppo del Pd alla Regione, Roberto Cifarelli e il portavoce del Pd della Basilicata Giovanni Petruzzi.

Il primo dice che Santochirico “fa lo gnorri” e gli attribuisce “una bella faccia tosta”, Mentre il secondo replica a Santochirico dicendo che “si prendono fischi per fiaschi...”.

La questione però è vicenda nota e sentita. Non digerita si cui comunque le posizioni restano distanti e in cui si intersecano anche interpretazioni “ad personam” dello Statuto del Pd. Il dibattito che ne scaturisce è chilometrico. Numerosi gli interventi e le posizioni espresse con lo stesso Santochirico sugli scudi che ribatte colpo su colpo.

In sintesi comunque Petruzzi contesta la tesi di Santochirico secondo cui anche a Pignola, Pisticci e Irsiona ci sarebbero stati casi “da espulsione”. Petruzzi sottolinea la differenza con il “tradimento” materano perchè «a Pisticci, Pignola, Irsina si sono confrontati 2 centrosinistra, tu hai sostenuto la destra...».

Immediato Vincenzo Santochirico contesta: «Qualcuno continua a mistificare oppure é male informato: a Matera  il centrosinistra si è diviso in tre, alleandosi con altre forze e movimenti. I socialisti, una parte del Pd, Tortorelli sostenevano De Ruggieri, che per storia e cultura é stato sempre un uomo di centrosinistra...». Pronto Cifarelli “caustico”: «Qualcuno (...) pensa che dicendo “siamo tutti colpevoli” nessuno sarebbe colpevole. C'è una bella differenza tra il sostenere qualcuno o qualcosa nell'ambito dello stesso partito o tutt’al più del centrosinistra e l'organizzare scientificamente la sconfitta insieme a Di Lorenzo, Di Maggio, Buccico, Latronico, Tosto di quello che è (era) il proprio partito. Che faccia tosta!».

Anche Cosimo Muscaridola si iscrive alla contesa ricordando: «Dal 2013 Santochirico non è più iscritto al pd. Quindi deve fare richiesta di iscrizione, l coordinamento valuterà la sua richiesta. Non si può parlare di espulsione se non risulta nell’anagrafe degl'iscritti». Salvatore Margiotta invece su Twitter si mantiene “moderato e invita Cifarelli e gli altri a non «fare battaglie di retroguardia».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?