Salta al contenuto principale

Pd, regge l'opzione commissario
Ipotesi Dalessandro per la continuità

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 44 secondi

POTENZA - Proseguono sotto traccia le grandi manovre del Pd lucano per il dopo Luongo. Dopo le accelerazioni dei giorni scorsi per la via del commissariamento e le fughe in avanti da parte di qualche esponente ieri è stato registrata una sorta di frenata nel solco del profilo etico: no alle polemiche, bisogna rispettare il ricordo ancora troppo vivo della scomparsa tragica del segretario Antonio Luongo.
Meglio tardi che mai. In questa logica inizia a prendere corpo anche una soluzione di continuità che fino ai giorni scorsi sembrava una strada difficilmente percorribile.
In tale logica da Matera inizia a circolare, da fonti autorevoli, un nome per una sorta di reggenza temporanea tale da non sconvolgere i tanto difficili equilibri raggiunti negli scorsi mesi. Si tratta dell’ex consigliere regionale Giuseppe Dalessandro. Fedelissimo del viceministro Filippo Bubbico, Dalessandro garantirebbe il profilo del reggente che rinuncerebbe a future aspirazioni elettorali. In linea con quanto assicurato da Luongo al momento della sua candidatura a segretario all’inizio del 2014. In più Dalessandro, ex diessino, e della stessa componente del segretario scomparso, sarebbe un segnale di continuità per gli assetti raggiunti alla fine dell’estenuante congresso regionale. Per il resto è ovvio che per carisma, esperienza ai massimi livelli e capacità da mediatore Dalessandro non è Luongo.
E sempre per la soluzione temporanea di continuità, se il fedelissimo di Bubbico è l’ipotesi materana a Potenza c’è Erminio Restaino (amico intimo di Luongo) che pure se di matrice politica differente (è un ex democristiano) potrebbe incarnare una soluzione suggestiva sia da un punto di vista “sentimentale” che da un punto di vista della capacità ed esperienza politica.
Ovviamente il tutto non si consumerà nelle prossime ore. Intanto per il resto, al netto delle diverse platee nazionali (ieri si sono svolte le kermesse di Renzi alla Leopolda e della minoranza dem a Roma) continuano i messaggi di distensione in ottica alleanza lucana tra il presidente della Regione, Marcello Pittella e l’ex capogruppo della Camera, Roberto Speranza.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?