Salta al contenuto principale

Nero come il petrolio. Su twitter continua
il braccio di ferro tra Folino e il governatore

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 5 secondi

NON è bastato il velenoso botta a risposta a colpi di comunicati. Tra Folino e Pittella, lo scontro sul petrolio aperto dagli emendamenti alla legge di Stabilità prosegue sui social network. Parole dure quelle che si scambiano i due. A continuare il battibecco . A iniziare è il deputato ex Pd, oggi Sinistra italiana, che sceglie facebook per “stuzzicare” il governatore dopo l’amara replica di quest’ultimo. Qual è il punto? Alla luce del dietro front del Governo - che, pur di evitare il referendum, ha accolto le istanze delle Regioni - chi vince e chi perde? E, soprattutto, chi aveva ragione un anno fa?

Per Folino, sicuramente, non Pittella. Nell’intervento di qualche giorno fa, infatti, il deputato  metteva in discussione i risultati vantati  dal presidente dopo l’approvazione dello Sblocca Italia: altro che 4-0 per la Basilicata, la regione perdeva almeno di due punti; risultato recuperato - con un pareggio - con l’iniziativa dei Consigli regionali e la “minaccia” del referendum: questo, in sintesi, l’affondo del deputato lucano che dopo aver lasciato il Partito democratico è libero di giocarsi la partita tutta in attacco, da vero oppositore.

La risposta al vetriolo del presidente non si è fatta attendere. E Folino, a sua volta, replica con un tweet destinato ad alimentare la polemica. “Caro Marcello Pittella - scrive il parlamentare -  un gladiatore come te è sicuramente pronto alla battaglia decisiva con la partita di spareggio sul petrolio”. Per poi aggiungere: “ho ripreso le tue metafore calcistiche scrivendo le stesse cose degli ordini del giorno .Non sono io nero di bile, ma altri di petrolio”. Insomma, un vero e proprio atto di accusa. A cui il governatore risponde a sua volta: “Caro Vincenzo Folino,  a te il compito di sottoscrivere accordi con Eni del ‘98 del 2006. A me di ottenere di più dal Governo nazionale. Più umiltà e disponibilità per la Basilicata. La verità è come l’acqua, trova sempre l’acqua per uscire, basta attendere”.

Chiude con sarcasmo il deputato di Sinistra italiana, nella sua risposta al governatore: “Meno male che ci sei tu, solo tu, in cielo in terra e in ogni luogo. La Basilicata ha trovato il suo luminoso Kim Il Sung”.

Un vero e proprio braccio di ferro tra i due, destinato a farsi sempre più duro.

m.labanca@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?